Commenta

Viadana, prova generosa
ma sulla distanza la big
Rovigo passa allo Zaffanella

Il finale di partita in particolare è di marca rossoblu con Viadana che un po’ in affanno si espone ad un paio di episodi di indisciplina concedendo altrettanti tentavi dalla piazzola a Basson che scavano il solco definitivo.
rugby-viadana-rovigo-duke_ev
Nella foto un momento dell'incontro (foto Duke)

RUGBY VIADANA 1970 vs FEMICZ RUGBY ROVIGO DELTA: 6 – 15 (pt: 3-9)

Marcatori: p.t.: 2’ cp Basson (0-3), 39’ cp McKinley (3-3), 41’ cp Basson (3-6), 44’ Basson (3-9); s.t.: 62’ cp McKinley (6-9), 69’ cp Basson (6-12), 79’ cp Basson (6-15).

Rugby Viadana 1970: Keanu Apperley; Manganiello, Brex, Pavan (66’ Gabbianelli), Amadasi; McKinley (cap), Khyam Apperley; Grigolon (62’ Andrea Denti), Du Plessis, Delnevo; Gerosa, Krumov (45’ Caila); Romano (54’ Cavallero), Scalvi, Cafaro (62’ Antonio Denti). A disp.: Manuini, Gregorio, Gennari. all. Steyn

Rugby Rovigo: Basson; McCann (58’ Lucchin), Menon, Van Niekerk, L. Lubian; Rodriguez, Chillon (68’ Bronzini); Ferro (cap.), Zanini (28’ Ruffolo), Bernini; Parker, Boggiani (80’ Maran); Tenga (70’ Atalifo), Momberg (66’ Silva), Quaglio. A disp.: Mantelli. all. McDonnell

arb. Liperini. g.d.l. Angelucci e Giovannelli. quarto uomo: Borraccetti

Cartellini: 33’ (G) Delnevo (Rugby Viadana 1970) , 71’ (G) Van Niekerk (Rovigo).
Man of the match: Brex (Rugby Viadana 1970).
Calciatori:  Mckinley 2 su 2 (6 pt) (Rugby Viadana 1970),  Basson drop 0 su 2, 5 su 7 (15 pt) (Rugby Rovigo).

Note: campo in ottime condizioni, giornata fresca. Spettatori: 1.300 circa.  Punti conquistati in classifica: Viadana 1970  0, Rugby Rovigo  4.

Fase iniziale con Rovigo che va a testare subito la tenuta difensiva giallonera ed al secondo minuto ha la possibilità di sbloccare il punteggio dalla piazzola con l’estremo Basson che si dimostra preciso nell’esecuzione. Viadana preme ed all’8’ costruisce un’ottima struttura d’attacco con Brex che va oltre il placcatore e ricicla verso McKinley il quale confeziona una trasmissione perfetta per Amadasi che non riesce a sfruttare il varco creato anche per l’ottima lettura difensiva rodigina. La giornata fresca ed il campo in perfette condizioni favoriscono il buon ritmo di gioco delle battute iniziali. Rovigo prova ancora a presidiare la “zona punti” di Viadana, ma le maglie della difesa di casa si stringono bene e non lasciano varchi praticabili dai ball carrier veneti. Al 16’ Basson si trova in posizione azzerata, riceve da Chillon un pallone di qualità e con poca pressione viadanese, ma l’ovale colpisce il palo ed anche il successivo piazzato (regola del vantaggio) non porta punti alla formazione di McDonnell. Al 18’ rossoblù pericolosissimi lungo l’out di sinistra con break vincente di Rodriguez che allarga a Basson e riciclo sui cinque metri a Bernini che però è portato fuori dal campo al momento del tuffo in area di meta. Fase di gioco con un Rovigo molto aggressivo e determinato che al 22’ può lanciare una touche sui cinque metri avversari, ma i placcaggi gialloneri sono avanzanti ed il possesso cambia padrone con Grigolon che riparte, abbatte un avversario e subisce un’irregolarità che si trasforma in un lancio in touche per Scalvi dalla linea mediana. Gli impatti sono ruvidi ed il punto d’incontro diventa sempre più importante con le rispettive terze linee chiamate ad un lavoro dispendioso; al 28’ ne fa le spese il flanker di Rovigo Zanini per una probabile distorsione alla caviglia sinistra che viene sostituito da Ruffolo, mentre Delnevo è pescato in antigioco al 33’ e si vede sventolare dall’arbitro Liperini il cartellino giallo. Al 35’ ancora touche dei bersaglieri sui cinque metri, ma il lancio è ben contestato dalle torri viadanesi ed il possesso torna in giallonero. Rovigo diventa pericoloso ogniqualvolta riesce ad innescare la maul, ma appena viene aperto l’ovale Viadana si organizza prontamente e disinnesca l’offensiva.

Nella prima frazione di gioco il lavoro difensivo a cui è costretto il gruppo viadanese è logorante e in inferiorità numerica, concede due calci piazzabili a Basson che trasforma in punti chiudendo la prima parte di gara con il risultato di 3 a 9. Al 50’ McKinley e soci costringono all’angolo i rodigini con un’iniziativa multifasica che però non si concretizza. La partita è piacevole ed il ritmo rimane alto anche in questo inizio di secondo tempo con Viadana che inizia a presidiare con maggiore insistenza la metà campo veneta ed i primi punti giungono proprio dal capitano irlandese del Viadana che è preciso dalla piazzola: gialloneri a -3 dal Rovigo. Le squadre non si risparmiano ed anzi le collisioni sull’uno contro uno sono particolarmente ruvide con l’arbitro Liperini costretto ad estrarre nuovamente il cartellino giallo, questa volta all’indirizzo di  Van Niekerk per un placcaggio in ritardo du Keanu Apperley. Il finale di partita, però, è di marca rossoblu con Viadana che un po’ in affanno si espone ad un paio di episodi di  indisciplina concedendo altrettanti tentavi dalla piazzola a Basson che scavano il solco definitivo e tolgono anche il punto di bonus difensivo ai gialloneri che sarebbe stato più che meritato.

Alessandro Soragna

© Riproduzione riservata
Commenti