Commenta

Via Cairoli, ratti e scorpioni
Presto richiesta di perizia Asl
Dusi: "Qualcuno intervenga"

via-cairoli-ev

CASALMAGGIORE – Il degrado urbano avanza. E poco importa se, dalla  strada, se ne ha solo in parte la percezione: è un problema, di quelli  seri, che presto potrebbe riguardare anche l’ASL ed il Prefetto. Via  Cairoli, una delle vie più caratteristiche ed austere della città, una  delle arterie di uscita da piazza Garibaldi. A piedi, cinque minuti  dal Listone. Poco prima che la via si intersechi con via Garibaldi una  situazione di degrado che va avanti da anni. L’area è privata, ma la  salute è pubblica.

“Sono anni e anni che segnaliamo la questione ma  nessuno pulisce – ci racconta Laura Dusi, che abita a fianco dell’area  degradata – ratti e scorpioni non si contano più, e da quella zona ce  li troviamo alle porte di casa”. Due anni fa l’ultimo intervento del  proprietario dell’area. Un intervento che però ha lasciato la  situazione invariata. Che poi è quella che si vede dalle foto. “Il  pubblico dice che è area privata, e noi siamo qui, a combattere ogni  giorno. Il nuovo inquilino del piano di sotto della mia palazzina si è  già ritrovato con due ratti in casa e ieri il gatto ha impedito che il  topo in foto gli entrasse in casa. Mi è venuta la voglia di portarlo  in comune, almeno  per far capire che la questione è seria”. Seria, perché poi nella palazzina in questione, quella appena dietro l’area  dismessa, ci abitano famiglie con bambini.

L’intenzione è quella di  chiedere per l’ennesima volta al comune e nel caso, rivolgersi pure  all’Asl e al Prefetto affinché qualcosa venga fatto, e in fretta. “Non  ne possiamo davvero più – conclude Laura – è ora che qualcuno  intervenga”. Quel qualcuno potrebbe essere il comune perché è pur vero  che l’area è privata, ma la salute è pubblica, e va tutelata. Via  Cairoli, una delle vie storiche della città, nella parte in cui la  strada si interseca con una delle tre strade che portano al fiume, lo  chiede a gran voce.

nc

© Riproduzione riservata
Commenti