Un commento

Processo Aemilia, Viadana
ammessa come parte civile
La soddisfazione del M5S

"Continueremo decisi per fare chiarezza sugli episodi poco chiari degli anni passati, ma soprattutto per promuovere al massimo la legalità con la prevenzione sociale e l'informazione del fenomeno mafioso nelle scuole".
piazza-manzoni-viadana_ev

VIADANA – Il Gruppo di lavoro del M5S Viadana esprime soddisfazione per l’ammissione ufficiale del Comune di Viadana come parte civile nel processo antimafia Aemilia, da parte della corte dei giudici.  “E’ un’altra tappa molto importante del percorso antimafia che tutta la comunità sta compiendo e certifica come i viadanesi onesti stiano alzando la voce contro l’illegalità”.

Così il capogruppo consiliare del M5S e presidente della commissione antimafia Alessandro Teveri. “Sono anni che ci lavoriamo come gruppo 5 Stelle e finalmente la strada è tracciata anche grazie all’impegno che ha dimostrato il sindaco Cavatorta quando ha ricevuto la richiesta della Commissione Antimafia per costituirsi parte civile. Continueremo decisi per fare chiarezza sugli episodi poco chiari degli anni passati, ma soprattutto per promuovere al massimo la legalità con la prevenzione sociale e l’informazione del fenomeno mafioso nelle scuole”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Matteo Bottoli

    Sono stato studente anch’io…la scuola è piena di mafiosetti, di mocciosi figli di emarginati o disagiati che fanno dell’essere mafiosi il loro stile di vita, la loro religione. Più si cerca di correggerli e più reagiranno in negativo. La prevenzione va fatta in altre sedi e in altri modi.