Commenta

Arte, pesca e buona cucina:
primo maggio torricellese
più forte della pioggia

Ben 85 bambini hanno partecipato alla 37ª edizione del concorso di pittura, quest’anno sul tema “Aria-acqua-terra-fuoco”. E grande affluenza di pubblico a tavola.
primo-maggio-torricella-ev
Il pienone al ristotenda

TORRICELLA DEL PIZZO – Anche il Primo maggio torricellese ha dovuto fare i conti con il maltempo, tanto che purtroppo gli organizzatori hanno dovuto cancellare due degli eventi in programma: il Motoraduno d’epoca del mattino e lo spettacolo dei “Falconieri di Sua Maestà” del pomeriggio. Nonostante la pioggia, ben 85 bambini hanno partecipato alla 37ª edizione del concorso di pittura, quest’anno sul tema “Aria-acqua-terra-fuoco”. Da segnalare che mai, nelle precedenti 36 edizioni, il mattino del primo maggio era piovuto su Torricella. Questo l’elenco delle opere premiate. Per la scuola materna: Emma Morsolini e Federico Alberini; per le scuole elementari: Carlo Invernizzi, Carolina Pivetti, Lorenzo Corbani e Nada Sazzak; per le scuole medie: Mohamed Naoui, Laura Bozzetti e Alessandro Mancini; per la sezione adulti: Omaima Mizar.

Anche la tradizionale gara di pesca riservata ai pensionati del paese ha fatto segnare non poche defezioni, ma alla fine 13 temerari si sono presentati al via presso il laghetto in località Fornace a Gussola. Per quanto riguarda il settore “Pulcini” (nati dal 1950 in poi) ha vinto Pierluigi Scaroni con 3,84 chili, mentre al secondo posto si è qualificato il detentore Giuseppe Poli; terzi ex aequo Mario Gardin, Angelo Ferrari ed Enrichetto Scaglioni. Nel settore “Galletti” (nati dal 1941 al 1949) ha confermato la sua leadership Enzo Malinverno con ben 12 chili, secondo Livio Morandi (6,3 chili) che ha ricevuto anche il premio per il pesce più grosso; terzo Olgo Rosani, quindi Ernestino Scaroni, Amedeo Madella, Ferruccio Cerioli e Lino Pelizzoni. Nel settore “Galli-Galline” premiata Sabina Farina, che ha anche ricevuto il premio quale unica donna in gara.

La partecipazione popolare non è mancata invece sotto il tendone di piazza Boldori. Anzi, data la grande affluenza, è stato predisposto il servizio ai tavoli nell’attiguo locale dell’ex asilo. Particolarmente apprezzati i quattro tipi di trippa cucinati e la novità dei tortelli alla spalla cotta, anche se la parte del leone l’ha fatta come sempre la torta fritta con salumi, tra i quali il locale “pizzetto”. In serata ampia partecipazione anche alla ricca tombolata organizzata dall’Auser.

Vanni Raineri

© Riproduzione riservata
Commenti