Commenta

Vicomoscano, si è
spento Terenzio Albertoni:
fondò l'Emiliana Parati

Albertoni, prima della svolta e della fondazione di Emiliana Parati, era stato agricoltore, coltivando appezzamenti in frazione di Vicomoscano, alla quale è sempre rimasto legato. Poi la grande intuizione assieme al fratello Giovanni e la creazione di un vero e proprio impero.
albertoni-emiliana-parati_ev

VICOMOSCANO (CASALMAGGIORE) – Vicomoscano piange una figura molto importante e significativa per lo sviluppo economico della frazione e più in generale del comprensorio Oglio Po: si è infatti spento, dopo una lunga malattia, a 77 anni, Terenzio Albertoni. Albertoni è stato infatti, assieme al fratello Giovanni, il fondatore dell’Emiliana Parati, colosso della carta da parati nato quasi dal nulla 51 anni fa e che oggi commercia i suoi prodotti in 80 paesi del mondo e in tutti e cinque i continenti.

Albertoni, prima della svolta e della fondazione di Emiliana Parati, era stato agricoltore, coltivando appezzamenti in frazione di Vicomoscano, alla quale è sempre rimasto legato. Poi la grande intuizione assieme a Giovanni e la creazione, grazie a giusti consigli e a un ottimo spirito imprenditoriale, di un vero e proprio impero. Ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano in seguito a complicazioni legate ai suoi problemi fisici dei quali soffriva da qualche anno, Albertoni lascia la moglie Vanna, la figlia Roberta, il nipote Marco, i fratelli Giovanni, Marisa e Mina e parenti tutti. I funerali saranno celebrati lunedì alle ore 15 presso la chiesa parrocchiale di Vicomoscano: il corteo funebre partirà dall’abitazione della figlia, in via Mazzola a Casalmaggiore. Sempre qui sarà celebrato il rosario domenica alle ore 20.30.

Giovanni Gardani 

© Riproduzione riservata
Commenti