Commenta

Conad, via Petofi, via Harris:
come può cambiare
la viabilità. L'iter è partito

Il comune, grazie alla fideiussione da 170mila euro incassata dal fallimento del piano urbano precedente, intende infatti completare via Paul Harris, da anni sbarrata a metà e collegarla proprio a via Petofi. Ma dopo la richiesta di ampliamento di Conad ecco un'interessante opportunità di urbanistica negoziata più ampia.
petofi-harris_ev
Nella foto via Petofi e via Harris: ad oggi non sono comunicanti

CASALMAGGIORE – E’ partito tutto da una richiesta della Conad, o meglio della società Borgonovo Srl che la controlla e ha chiesto al comune di Casalmaggiore il permesso per un ampliamento di circa 500 metri quadrati del supermercato, contenuto comunque all’interno della misura di 2500 metri quadrati complessivi, limite massimo per poter parlare ancora di media struttura.

Da lì l’assessore ai Lavori Pubblici Vanni Leoni ha inteso vedere “un’opportunità di riqualificazione sia urbanistica che viabilistica della zona”. “Da sei mesi lavoriamo a questo progetto – ha spiegato l’assessore – per realizzare qualcosa di bello e prezioso per Casalmaggiore: si chiama urbanistica negoziata e se ci sono occasioni le cogliamo seguendo la solita tattica dell’operoso silenzio”.

Già, ma di che cosa si tratta? All’albo pretorio del comune di Casalmaggiore nella mattinata di giovedì è stata pubblicata una delibera che fa partire un procedimento tecnico che prevede vari passaggi, l’ultimo dei quali è fissato in calendario per il prossimo settembre-ottobre. Il primo è la verifica denominata Vas (Valutazione Ambientale Strategica), poi sempre attraverso lo Sportello Unico delle Attività Produttive, ecco la Conferenza dei Servizi che dovrà dare il definitivo ok, con Provincia di Cremona, Asl e altri enti preposti chiamati a prendere una decisione.

Di fatto, la Conad potrà ampliare a fronte di una contrattazione urbanistica importante: verrà riqualificata la viabilità a partire dalla rotonda che, per il momento, consente solo di entrare ma non di uscire dal supermercato, dato che le automobili sono costrette a percorrere via Matteotti. L’intenzione è quella garantire la doppia direzione, in entrata e in uscita, sempre dalla rotonda e senza deviazioni. Non solo: verrà ridisegnata l’uscita dalla strada Asolana verso via Petofi, con risistemazione degli asfalti di quest’ultima strada, rifacimento del parcheggio del Wine and Coffee Sound e un rallentamento in ingresso dall’intersezione con la stessa Asolana. Infine la Conad otterrà l’intero parcheggio davanti al supermercato, che per convenzione doveva invece tornare al comune ma che resterà ad uso pubblico. Conad inoltre verserà un contributo economico per ora stabilito in 100mila euro.

Non è finita: la seconda parte del “percorso” è altrettanto interessante. Il comune, grazie alla fideiussione da 170mila euro incassata dal fallimento del piano urbano precedente, intende infatti completare via Paul Harris, da anni sbarrata a metà, e collegarla proprio a via Petofi, togliendo l’ostacolo presente. Una riqualificazione, a questo punto, unica, pur comprendendo tre diverse vie e una fetta notevole del territorio comunale “sempre in continuità con la visione generale del Piano Urbano del Traffico” sottolinea Leoni.

Giovanni Gardani 

© Riproduzione riservata
Commenti