2 Commenti

M5S, i consiglieri Teveri e Foti
restituiscono il "gettone",
finanziando l'asilo nido

"Se tutti i consiglieri avessero approvato la nostra mozione che chiedeva di creare una voce di capitolo a bilancio per finanziare scuole di competenza comunale, in una intera legislatura l'asilo nido comunale avrebbe potuto usufruire fino a circa 30mila euro" ricorda Foti.
m5s-restitution_ev

VIADANA – “Noi siamo quello che facciamo, manteniamo le promesse: in campagna elettorale avevamo detto che il gettone di presenza lo avremmo restituito ai cittadini sotto forma di finanziamento all’asilo nido comunale e così abbiamo fatto”. Così il consigliere Alessandro Teveri sintetizza l’iniziativa del M5S Viadana. Nei primi sei mesi di mandato i consiglieri Alessandro Teveri e Monica Susy Foti hanno accumulato 224,12 euro netti di gettone di presenza che spettano in qualità di consiglieri comunali.

Continua Teveri: “I consiglieri comunali prendono circa 18 euro a consiglio comunale, noi abbiamo deciso di restituirli perchè sono soldi pubblici e riteniamo che il ruolo di consigliere comunale sia come il ruolo di qualsiasi volontario di associazione, lo si fa per passione civica verso la propria comunità. Ci tengo a ribadire che questa non è una beneficenza, ma una restituzione di soldi pubblici”.

Spiega successivamente la consigliera Monica Susy Foti: “Se tutti i consiglieri avessero approvato la nostra mozione che chiedeva di creare una voce di capitolo a bilancio per finanziare scuole di competenza comunale e dove lasciare volontariamente il gettone di presenza, in una intera legislatura l’asilo nido comunale avrebbe potuto usufruire fino a circa 30mila euro per progetti didattici, lavoretti, piccole manutenzioni e materiale didattico. Purtroppo la mozione fu bocciata da tutto il consiglio ma noi non molliamo di un centimetro e con coerenza restituiamo soldi pubblici a un ente di competenza comunale, che abbiamo individuato assieme agli attivisti nell’asilo nido comunale crescere”.

Conclude poi la consigliera Foti: “In base alle esigenze della scuola e assieme alla coordinatrice dell’asilo, abbiamo concordato che con i soldi dei primi 6 mesi di mandato finanzieranno parte dei libretti-ricordo che ogni fine anno testimoniano in modo emozionante lo splendido lavoro didattico che portano avanti le insegnanti assieme ai bimbi. Per i prossimi 6 mesi di mandato pensiamo di finanziare un corso didattico che individueranno le stesse insegnanti”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti
  • gian sarzi

    QUESTA E’ LA POLITICA CHE VOGLIAMO.!!!!!!!! BASTA VITALIZI PENSIONI PRIVILEGI A CHI SERVE IL PAESE. VUOI FARE IL POLITICO? GRATIS. NON TI COSTRINGE NESSUNO.

  • Sorcio Verde

    Il populismo più becero allo stato puro.