Commenta

San Giovanni, Asinari:
"Premio a tanti anni di lavoro
e ad un gruppo fantastico"

Nella notte della rielezione a sindaco, il primo cittadino commenta a caldo il 71,67% di voti ottenuti: "Non mi aspettavo un margine così ampio".
asinari-san-giovanni-ev
La squadra di Asinari festeggia la vittoria

SAN GIOVANNI IN CROCE – Due sezioni per uno scrutinio in diretta che inizia veloce per poi rallentare quando però il nome del vincitore pare già chiaro ai più. Nel municipio di San Giovanni in Croce, domenica notte, il via vai è continuo dopo la chiusura dei seggi. Scollinata la mezzanotte, il primo a sbilanciarsi è Libero Monteverdi, candidato de ‘Il comune per tutti’ che confida ai suoi: “Ci abbiamo provato”. Un segnale di resa a cui fa seguito l’arrivo di Pierguido Asinari che varca esultando la porta municipale di via Giannino Busi. I conteggi però non sono ancora terminati. “Per tradizione la sezione numero uno raccoglie più voti di centrodestra”: commentano un gruppo di presenti per giustificare il ritardo rispetto al seggio due, che consegna dati confortanti alla lista del sindaco uscente.

“Siamo settanta a trenta”: quantifica le percentuali Asinari. E non si sbaglierà di molto. Alle ore 1,42 la Prefettura ufficializza lo scrutinio: la lista Continuità e Rinnovamento ottiene il 71,67% dei voti e il sindaco uscente può intraprendere il secondo mandato. “E’ un margine che non mi aspettavo così ampio – commenta a caldo Asinari -. E’ il premio a tanti anni di lavoro e ad un gruppo fantastico che penso guiderà bene San Giovanni in Croce per i prossimi cinque anni. Grazie a tutti”.

“Sono stanco ed emozionato – continua Asinari – però pronto perché da domani si ricomincia a lavorare. Ci sono tantissime cose da portare a termine. Anche ieri (sabato, ndr) ero impegnato in alcune situazioni aperte. Ho sperato di poter diventare sindaco per risolvere alcuni problemi personali e poi ripartire subito con le grandi opere pubbliche. Abbiamo un programma molto intenso – conclude il primo cittadino – e vogliamo mantenerlo nei prossimi cinque anni di amministrazione”.

Simone Arrighi

© Riproduzione riservata
Commenti