Commenta

Notte delle Stelline, all'asilo
di Ponteterra la magia si
ripete per l'ottavo anno

La notte stellata è passata con storie di principesse, di draghi e di cavalieri coraggiosi. Tutti hanno dormito nella scuola, mentre la mestre hanno vegliato tutta notte sui giovani esploratori del cielo. "Anche questo rivela l’unicità di questa scuola" hanno spiegato gli organizzatori.
notte-stelline_ev

PONTETERRA (SABBIONETA) – La notte più bella e magica è arrivata a Ponteterra. All’asilo Braga le maestre Samanta Bottoli, Margaret Marchini e Claudia Diotti e l’aiutante Lia Pederzani per l’ottavo anno hanno ricreato la magia della notte delle stelline, una festa unica, che nella frazione sabbionetana hanno inventato tanti anni fa.

I bambini sono arrivati all’asilo con i loro genitori alle 19.30. Mega pizza per tutti e tantissimi giochi, poi i più piccoli, veri protagonisti, hanno cantato tutta sera e ballato sotto la luce di cinque planetari che proiettavano sulle pareti della scuola la magia del creato: stelle di tutti i tipi e anche stelle cadenti grazie ai nuovi proiettori che il cda composto dalla presidente Elisa Gardini, la vice Donatella Davo e dai consiglieri Pietrangelo Gozzi, Elena Ferrari e Alessandro Maroli ha provveduto ad installare il giorno prima.

topolino-stelline

La notte stellata è passata con storie di principesse, di draghi e di cavalieri coraggiosi. Tutti hanno dormito nella scuola, mentre la mestre hanno vegliato tutta notte sui giovani esploratori del cielo. “Anche questo rivela l’unicità di questa scuola – hanno spiegato gli organizzatori – . Dove la politica non fa litigi o campagne di scontro e dove i genitori di sera si sono impegnati e adoperati a pitturare l’ingresso della scuola con un cielo stellato senza mai far rumore. La notizia è che la scuola Braga è un ambiente felice perché sono le maestre a renderlo tale e ad accendere sempre e in ogni momento dell’anno le stelle degli occhi di questi  bambini grandi esploratori. L’unicità del asilo Braga  sta nella famigliarità della vita scolastica di ogni giorno. Questa bellezza la creano anche i genitori: un grazie alla mamma Stefania e alla mamma Donatella che sono in grado di dipingere come Donatello e  Raffaello”. Il grazie degli organizzatori è andato anche a chi “aiuta la scuola per farla bella. La poesia della infanzia è tutta nei sorrisi. E in questo asilo tutto è una magia: terza stella a destra oltre l’orizzonte per trovare il cielo di Ponteterra”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti