Commenta

Il mondo agricolo piange
Pier Luigi Ferrari, presidente
del Distretto del Pomodoro

In questa veste erano frequenti i contatti con la sede del Consorzio Casalasco del Pomodoro di Rivarolo del Re di cui ovviamente conosceva i vertici aziendali. Oltre ad essere consigliere del Gal del Ducato di Parma e Piacenza, aveva fondato e diretto Federforeste.
pierluigi-ferrari_ev
Nella foto Pier Luigi Ferrari

PARMA – Lutto nel mondo politico e nel settore agro industriale per l’improvvisa morte di Pier Luigi Ferrari. Già vicepresidente della Provincia di Parma, è stato sindaco di Borgotaro, località dove domenica mattina si è spento, all’età di 71 anni, per arresto cardiaco. Ma Ferrari era noto soprattutto per la carica di presidente del Distretto del Pomodoro di Cremona, Parma e Piacenza attualmente ricoperta.

In questa veste erano frequenti i contatti con la sede del Consorzio Casalasco del Pomodoro di Rivarolo del Re di cui ovviamente conosceva i vertici aziendali. Oltre ad essere consigliere del Gal del Ducato di Parma e Piacenza, aveva fondato e diretto Federforeste oltre a ricoprire la carica di presidente nazionale di Fecof, la federazione Europea dei Consorzi forestali. Fondamentale anche il suo impegno per la costituzione del marchio Igp per il fungo di Borgotaro.

Non appena  la notizia dell’improvviso decesso ha cominciato a circolare, numerosissimi sono stati gli attestati di cordoglio e rammarico giunti alla famiglia Ferrari: tra questi i messaggi del ministro alle Politiche agricole, Maurizio Martina, e dell’ex primo ministro Enrico Letta. La camera ardente di Pier Luigi Ferrari è stata allestita preso la sala consiliare del municipio di Borgotaro da dove domani, martedì, il feretro verrà trasferito nella chiesa parrocchiale per il rito funebre celebrato da monsignor Angelo Busi.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti