Commenta

Il Casalmaggiore International
Festival compie 20 anni:
ecco il programma completo

Si parte il 4 luglio, ma c'è un anteprime il 25 giugno. Gli studenti presenti al festival sono circa 90 (età dai 10 ai 30 anni), provenienti da Armenia, Bulgaria, Canada, Cina, Corea del sud, Germania, Hong Kong, Italia, Iran, Kazakistan, Lettonia, Polonia, Russia, Spagna, Taiwan, Ucraina, Ungheria, USA.
fine-international_ev
Nella foto l'ultimo concerto del 2015

CASALMAGGIORE – Il Casalmaggiore International Festival compie vent’anni e lo farà con una rassegna in programma dal 4 luglio al 24 luglio, senza scordare l’anteprima del concerto che si terrà nel Teatro Comunale di Casalmaggiore la sera di sabato 25 giugno.

Gli studenti presenti al festival sono circa 90 (età dai 10 ai 30 anni), provenienti da Armenia, Bulgaria, Canada, Cina, Corea del sud, Germania, Hong Kong, Italia, Iran, Kazakistan, Lettonia, Polonia, Russia, Spagna, Taiwan, Ucraina, Ungheria, USA. Ritornano i pianisti Georgy Tchaidze e Samson Tsoy, che suoneranno nel concerto serale del 6 luglio, il giovanissimo pianista canadese d’origine cinese Ryan Wang (suonerà accompagnato dall’orchestra d’archi del festival la sera del 16 luglio), il quartetto d’archi sud coreano “Abel Quartet”, che nel 2015 ha vinto il primo premio al Concorso internazionale di musica da camera “Joseph Haydn” a Vienna ed è arrivato secondo al Concorso internazionale di musica da camera di Lione.

Da segnalare l’anteprima del festival, col concerto di sabato 25 (Teatro Comunale, ore 21.15) della pianista ucraina Anna Kravtchenko, artista di livello internazionale:  nel 1992, a soli 16 anni, ha vinto il prestigioso concorso pianistico internazionale “Ferruccio Busoni” di Bolzano, dopo ben cinque anni che il primo premio non veniva assegnato. Harold Schönberg scrisse sul New York Times che “il suo suono radioso e le sue poetiche interpretazioni potevano a volte portare gli ascoltatori alle lacrime”. Presenterà un programma suggestivo e raro: l’integrale dei Notturni di Chopin, capolavori della letteratura musicale romantica.

Oltre all’importante concerto serale di apertura di lunedì 4 luglio (con un programma che comprende il Quartetto d’archi Op. 41 n. 2 e il Quintetto con pianoforte di Robert Schumann), da segnalare il concerto del violoncellista Maximilian Hornung, docente del Festival (8 luglio alle 21.15, nel cortile del Palazzo della Congregazione – ex Circolo Turati), accompagnato dall’orchestra d’archi del Festival, il concerto al Labirinto della Masone di Fontanellato la sera del 17 luglio, quello che si terrà a Cremona il 21 luglio all’auditorium “Arvedi” del Museo del Violino, quello di San Martino dall’Argine il 22 luglio. In collaborazione con la rassegna “Stupor Mundi – Giappone” verrà inoltre realizzato uno speciale concerto del CIME (il programma del festival dedicato alla musica contemporanea) dedicato a musiche dal Giappone (mercoledì 20 luglio).

Di seguito ecco il programma completo.

festival1 festival2

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti