Commenta

Nido di Quattrocase, la tua
mensa è un fiore: premiata
da Ats con sei petali

I criteri di valutazione riguardano qualità e varietà del menù, igiene e attrezzatura della cucina e del refettorio, comportamento delle educatrici durante i pasti, grado di accoglienza del refettorio, collaborazione tra tutto il personale coinvolto nel servizio di refezione e comportamento dei bambini.
micronido-mensa-fiore_ev

QUATTROCASE (CASALMAGGIORE) – Nel mese di giugno 2016, il Nido di Quattrocase, gestito dalla Società di servizi per l’Infanzia “Le Tate” Srl per conto di Azienda Farmaceutica Municipale di Casalmaggiore ha ottenuto dall’ATS Val Padana (Agenzia di Tutela della Salute che unisce le ex ASL Di Mantova e Cremona) il riconoscimento “Un fiore in mensa” per la qualità del servizio di refezione scolastico nell’ultimo anno scolastico.

Il progetto “Un fiore in mensa”, promosso da Regione Lombardia e ATS Val Padana, è rivolto alle scuole soggette a sorveglianza nutrizionale da parte degli enti preposti. Il riconoscimento è sinonimo di qualità del servizio di refezione scolastico e la sua attribuzione garantisce il possesso di specifici requisiti sia igienico-sanitari che educativi. Ha come obiettivo quello di valutare e migliorare il servizio di refezione scolastica, di stimolare alla consapevolezza del pasto come momento educativo e di coinvolgere attivamente i bambini educandoli ad una sana e corretta alimentazione, incrementare l’autonomia dei bambini e promuoverne il benessere psico-fiscio.

I criteri di valutazione riguardano qualità e varietà del menù, igiene e attrezzatura della cucina e del refettorio, comportamento delle educatrici durante i pasti, grado di accoglienza del refettorio, collaborazione tra tutto il personale coinvolto nel servizio di refezione e comportamento dei bambini. Ogni requisito è poi composta da sotto-requisiti e ad ognuno viene attribuito un punteggio. Per ottenere il riconoscimento “Un fiore in mensa” è necessario soddisfare i tre requisiti principale riguardanti la qualità e la varietà del menù, igiene e attrezzatura della cucina e del refettorio, comportamento delle educatrici durante i pasti. Il soddisfacimento degli altri requisiti permettono di ottenere altri petali. Dopo il sopralluogo effettuato dagli assistenti sanitari dell’ATS Val Padana, il Nido di Quattrocase ha ottenuto tutti i sei petali previsti.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti