Commenta

I mitici Radar Boys sfidano
l'età in ricordo
di Wolmer Beltrami

A Breda Cisoni alcuni musicisti del comprensorio, tra questi anche over 80enni, hanno dato spettacolo per commemorare il fisarmonicista.
radar-boys-ev
I Radar Boys

BREDA CISONI (SABBIONETA) – L’amore per la musica cancella tutte le ritrosie e la pigrizia. Risvegliando antiche passioni che si credevano assopite. Solo così si può spiegare come alcuni ex musicisti Casalasco Sabbionetani abbiano accettato di salire su un palco e rivivere, per quei fortunati che c’erano, stupende emozioni. Un palco semplice, senza scenografia, nel cortile dell’Acli di Breda Cisoni, venerdì sera si sono esibiti i componenti dei Radar Boys, o meglio, quella parte che è rimasta. Il nome straniero camuffava personaggi di Casalmaggiore, Breda Cisoni, Sabbioneta e altri paesi del circondario che si facevano apprezzare nelle balere dei paesi con uno stile a volte un po’ ruspante, ma pieno di passione e determinazione. Qualcuno di loro poi ha preso altre strade, chi in crociera sulle navi, chi nei nightclub del nord Europa, tutti attirati dal piacere di far divertire, divertendosi.

Un po’ ciò che è successo venerdì sera con le atmosfere che sono riusciti a risvegliare. Clemente Favagrossa, Franchino, Albino Cominotti, assecondati da molto più giovani elementi come Giuseppe Cominotti e Cesare Galli, per tutti mitico “Ciuma”, hanno dato prova di un’energia e una vitalità inimmaginabile in persone che gli 80 anni li hanno raggiunti e superati. Oh Carol, What a wonderful World, Historia de un amor, You are my destiny: alcune delle perle musicali offerte da questi intramontabili musicisti che hanno accettato di esibirsi in occasione dei festeggiamenti in memoria del fisarmonicista locale Wolmer Beltrami. L’auspicio è quello che arrivino altre occasioni per ascoltare, ancora una volta, questi fantastici, inesauribili artisti di casa nostra.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti