Un commento

Strade, dopo le tragedie
gli interventi: Commessaggio
e Campitello interessate

Gli interventi – demolizione della pavimentazione stradale, consolidamento del fondo e successive ricostruzioni e asfaltature – toccheranno tutto il territorio della provincia di Mantova. Di fatto saranno rifatti circa 65 chilometri di strade.
incidente-commessaggio
Nella foto l'incidente mortale di Commessaggio due settimane fa

MANTOVA – Un piano manutenzioni stradali da 4.512.000 euro a cui si affiancano le realizzazioni per migliorare l’assetto viario delle rotatorie di Cà Picard, tra Monzambano e Volta Mantovana, di Goito e di Campitello per un ulteriore importo complessivo di 2.200.000 euro. E’ quanto si appresta a fare la Provincia di Mantova sui circa 1200 chilometri di strade di competenza. Cinque i lotti di intervento, di cui uno da 1.652.000 euro già partito da una decina di giorni, mentre gli altri andranno in appalto a breve. Per tutti la conclusione sarà entro la fine dell’anno.

“Grazie alle condizioni create dell’amministrazione nel 2015, alienazioni di beni dell’ente e conti e bilancio in ordine per la Provincia di Mantova, riusciremo finalmente a fare lavori importanti – spiega il presidente Alessandro Pastacci -. Sono interventi necessari e attesi per cui faremo il possibile per eseguirli in tempi veloci. Rimarranno altre esigenze aperte, perché la rete viaria gestita da noi è molto vasta e per un piano di manutenzione complessivo su tutti i tratti che ne hanno necessità occorrerebbero almeno dai 7 agii 8 milioni di euro, ma sicuramente quanto ci apprestiamo a realizzare è un segnale importante verso la cittadinanza e gli stessi Sindaci che invito a protestare con noi verso lo Stato. Alziamo la voce tutti insieme, perché gli 11 milioni prelevati l’anno scorso dal bilancio della Provincia di Mantova e i quasi 20 di quest’anno come contributo allo Stato sono risorse dei mantovani, tolte ai nostri concittadini. Risorse che sarebbe stato giusto e doveroso investire sul territorio per necessità dei mantovani”.

Gli interventi – demolizione della pavimentazione stradale, consolidamento del fondo e successive ricostruzioni e asfaltature – toccheranno tutto il territorio della provincia. Di fatto saranno rifatti circa 65 chilometri di strade. Cantieri saranno aperti sulle principali arterie stradali provinciali nei comuni di Asola, Bagnolo San Vito, Bigarello, Borgofranco sul Po, Borgovirgilio, Carbonara, Casalromano, Castelbelforte, Castel d’Ario, Castiglione delle Stiviere, Commessaggio, Dosolo, Felonica, Gazoldo degli Ippoliti, Gazzuolo, Guidizzolo, Mantova, Medole, Moglia, Motteggiana, Ostiglia, Pegognaga, Poggio Rusco, Quistello, Rivarolo Mantovnao, Roncoferraro, Roverbella, Sabbioneta, San Benedetto Po, San Giacomo delle Segnate, San Giorgio, San Martino dall’Argine, Serrmide, Sustinente, Suzzara, Viadana e Volta Mantovana. Insomma il piano tocca finalmente da vicino anche il comprensorio Oglio Po, teatro di due tragedie tra Campitello e Commessaggio nelle ultime due settimane.

“Quello della necessità di manutenzioni sulle strade provinciali è un bisogno che tocca tutte le Province italiane – aggiunge il presidente Pastacci -. Comprendo le segnalazioni dei sindaci. Ma ora serve un’azione comune. Non è un caso di negligenza di un singolo ente, ma è un problema generale di mancanza di fondi. La Provincia, adesso più che mai dopo la riforma Delrio, è un’associazione di Comuni e per questo il lavoro di pressione deve essere fatto insieme. Da parte nostra ci sforziamo di fare il massimo e l’attenzione sullo stato della rete stradale di nostra competenza è costante e capillare. La priorità negli interventi è stata data ai tratti con il fondo più ammalorato o l’asfalto più usurato. Ripeto, non sarà un piano di manutenzioni esaustivo, ma rappresenta un grande miglioramento rispetto agli ultimi anni”.

Da ricordare anche il contributo di 200.000 euro dato dall’ente di Palazzo di Bagno per la riqualificazione della viabilità provinciale a Castel Goffredo in collaborazione con il Comune. Per quanto riguarda le rotatorie, il presidente della Provincia ha ricordato che per quella di Cà Picard si è già alla fase dell’assegnazione provvisoria dei lavori mentre per Campitello (luogo dell’ultimo incidente mortale costato la vita a quattro persone soltanto lo scorso weekend) e Goito è in via di predisposizione il bando. Opere che coinvolgono la viabilità dei comuni di Volta Mantovana, Monzambano, Goito e Marcaria. Per le tre opere la conclusione è prevista per metà 2017.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti
  • canacrepa

    I lavori sempre dopo le tragedie, e’ una pena!!