Commenta

Casalmaggiore, Chiesa
di Santa Maria dell'Argine,
i tre desideri da esaudire

Dalla mattina alla sera due giovani restauratrici, Daniela Ferrari e Laura Restani stanno sopra un ponteggio, appoggiato all'altare per rimediare ai danni del tempo e di precedenti a volte improvvisati interventi.
santa-maria-ev

VIADANA – Alla Madonna, con le sue influenze ai livelli  superiori si può certamente chiedere uuna Grazia. Ma gli “Amici di S.Maria dall’Argine” per la loro chiesetta di  Vicobellignano di miracoli ne chiedono addirittura tre. Il primo che venga sfalciata l’erba che ha invaso la scarpata sotto l’argine per rendere agevole l’affluenza dei fedeli alla tradizionale  messa la mattina del 15 agosto. Richiesta certamente esaudibile grazie alla, disponibilità di qualche agricoltore locale. Piu difficili da realizzare gli altri due desideri e cioè il completamento del restauro dell’altare in occasione della Festa di ferragosto e sopratutto la partecipazione di qualche ente pubblico per affrontare  la spesa di circa 16 mila euro, previsti per l’intervento.

Speranze a parte don Franco e don Gabriele si sono messi d’impegno affidando al laboratorio mantovano di Giovanna Gola il recupero di questa splendida chiesa ai piedi dell’argine le cui origini, risalenti all’anno mille, da sole bastano e avanzano per richiamare la massima attenzione da parte degli Enti preposti. Da parte della Sovrintendenza di Brescia c’è stata  ovviamente un’autorizzazione ai lavori con i necessari contatti avuti con la funzionaria, Laura Sala, una cui visita sarebbe auspicabile, per prendere visione del recupero in atto. Dalla mattina alla sera due  giovani restauratrici, Daniela Ferrari e Laura Restani stanno sopra un ponteggio, appoggiato all’altare per rimediare ai danni del tempo e di precedenti  a volte improvvisati  interventi.

Un compito non facile ma condotto con professionalità e passione che andrà a interessare oltre all’altare anche la parete sud del presbiterio, quella collegata con il campanile. Un lento, progressivo lavoro che ridarà nuova luce  a questo autentico monumento storico religioso il cui completamento da sempre costituisce il sogno di don Franco Vecchini che per tenere i fari accesi sulla questione  ha già programmato  un incontro con Giorgio Milanesi, tra i massimi esperti dell’arte e cultura medievale, fondatore della Società storica viadanese che verrà a tenere una relazione domenica 9 ottobre alle ore 17 proprio nella storica chiesetta sotto l’argine.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti