Commenta

Finita la corsa dell'Audi
rubata a Gussola,
il ladro si spara

Il ladro, un 40enne originario dell'est europeo è morto questa mattina, colpito da una pallottola sparata accidentalmente dalla sua stessa pistola
ladro morto peschiera 1 - frame da corriere tv-2
Nella foto il luogo in cui il ladro è morto (frame da Corriere TV)

GUSSOLA – E’ finita a Peschiera Borromeo (Milano) la corsa del ladro d’auto che giovedì scorso aveva portato via un Audi A8 dopo essersi introdotto dalla finestra di una casa a Gussola. Il ladro, un 40enne originario dell’est europeo è morto questa mattina, colpito da una pallottola sparata accidentalmente dalla sua stessa pistola mentre, inseguito dagli uomini della polizia stradale di Brescia, stava fuggendo. Il giovane – seguito perché già sospettato di far parte di una banda di ladri d’auto – era alla guida dell’Audi A8 rubata. Quando è arrivato a Peschiera, ha parcheggiato l’auto e si è diretto verso un’altra Audi A6 rubata a Caravaggio (Bergamo) ma in quel momento i poliziotti e i carabinieri – impegnati congiuntamente in un’indagine sui furti di auto di lusso – che lo stavano pedinando hanno iniziato un inseguimento a piedi. Erano le 6. Il ladro, sentitosi alle strette, ha sparato quattro colpi contro carabinieri e agenti, i quali però non hanno risposto al fuoco. Le forze dell’Ordine hanno cominciato l’inseguimento a piedi. La fuga è durata pochi minuti. Il ladro è inciampato nella corsa ed il quinto proiettile partito dalla sua pistola gli si è conficcato sotto il mento, uccidendolo quasi all’istante. Vani i soccorsi dei sanitari giunti immediatamente sul posto. L’arma da cui sono partiti gli spari è una Beretta 84 risultata rubata. Il pm milanese Bianca Maria Eugenia Baj Macario, arrivata nella prima mattinata sul posto per il sopralluogo, ha disposto ulteriori esami.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti