Commenta

Canottaggio, Mondiali a
Rotterdam: Montesano ai
ripescaggi, Buoli in finale A

L’Italia, con l’imbarcazione junior formata per questi Mondiali da Ottavia Ravoni, Alessandra Montesano, Elisa Mondelli e Giulia Mignemi, è giunta terza mancando di soli quattro centesimi la qualificazione diretta: passavano le prime due imbarcazioni di ogni batteria. Ma non è finita. Subito bene invece l'altro casalese Edoardo Buoli.
buoli-montesano_ev
Nella foto Buoli e Montesano

ROTTERDAM (OLANDA) – E’ dolce-amaro l’esordio assoluto di Alessandra Montesano in un Mondiale. L’atleta della Canottieri Eridanea di Casalmaggiore, allenata dall’olimpionico Gianluca Farina, sull’imbarcazione azzurra del quattro di coppia femminile, non è infatti riuscita a strappare la qualificazione per la semifinale, ma ottiene un tempo che fa ben sperare.

L’Italia, infatti, con l’imbarcazione junior formata per questi Mondiali da Ottavia Ravoni, Alessandra Montesano, Elisa Mondelli e Giulia Mignemi, è giunta terza mancando di soli quattro centesimi la qualificazione diretta: passavano le prime due imbarcazioni di ogni batteria. Tuttavia va detto che l’Italia ha remato nella batteria più veloce, tanto che le azzurre hanno ottenuto il terzo miglior tempo assoluto, superiore insomma anche agli equipaggi che hanno strappato la qualificazione nelle altre batterie, alcune più lente anche di 10-15 secondi nelle posizioni di testa. Motivo per cui il ripescaggio vede le azzurre favorite per passare ugualmente il turno. Giovedì alle 9.55 sono infatti previsti i recuperi per la qualificazione verso la semifinale del Mondiale di Rotterdam, che raggruppa categorie ed equipaggi senior non olimpici, under 23 e junior. Per la precisione, nella batteria azzurra ha vinto la Cina in 6’38’’78, con la Germania seconda in 6’38’’82 e l’Italia terza in 6’39’’20: una gara al fotofinish, insomma.

“Sicuramente un po’ di rabbia c’é – spiega Alessandra, contattata su Facebook – anche perché quattro centesimi non sono nulla, ma siamo soddisfatte perché è stata una gara durissima ma davvero bella, non abbiamo mollato un colpo. Ora continuiamo cariche e decise. Personalmente poi io sono qui per fare le migliori gare della mia vita, darò anche l’anima: siamo un equipaggio che lotterà fino alla fine”.

A Rotterdam, in questo caso nel Mondiale under 23, è impegnato anche un altro ragazzo di Casalmaggiore, cresciuto nell’Eridanea e ora passato al Cus Pavia, Edoardo Buoli: inserito sul quattro pesi leggeri Buoli assieme ad Alfonso Scalzone, Davide Magni e Gabriel Soares ha portato l’Italia alla finale A, dove teoricamente dovrebbe rincorrere, col quarto tempo, Gran Bretagna, Irlanda e Svezia senza dimenticare le altre due nazionali qualificate, ossia Germania e Canada. Appuntamento, in questo caso, per giovedì alle 17.15: in palio ci sono medaglie pesanti.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti