Commenta

Potatura 'estrema'
in via Giordano Bruno,
i cittadini protestano

"Non mi sembra affatto - risponde un cittadino - che fossero piante pericolose. Un minimo di manutenzione sarebbe stato più che sufficente. Ovviamente nel periodo più adatto"
via-giordano-ev

CASALMAGGIORE – Potature… ‘selvagge’. Almeno secondo alcuni cittadini casalaschi che si sono ritrovati davanti al tronco nudo di piante destinate a fare ombra dalla canicola estiva. Ha destato qualche perplessità e scatenato proteste il taglio di alcuni esemplari di piante effettuato in via Giordano Bruno nei giorni scorsi. Un taglio per i più troppo profondo in piante almeno all’apparenza sane, fatto secondo altri in periodo che non è da potatura. La protesta è partita dai social: “Poterne spiegarmi lo scempio di queste piante che é stato fatto in Via Giordano Bruno a ridosso dell’argine? Agosto é mese di potatura? Non credo. A chi davano fastidio queste piante? Chi ha tagliato queste piante sapeva cosa stava facendo?”. Le piante sono poste sulla banchina arginale. C’è chi sostiene che fossero piante: “Troppo alte è pericolose per le macchine parcheggiate il comune non le ha mai potate. Ovviamente i proprietari erano un po’ preoccupati dalla altezza”. Ma la giustificazione non sembra aver soddisfatto i più: “Non mi sembra affatto – risponde un cittadino – che fossero piante pericolose. Un minimo di manutenzione sarebbe stato più che sufficente. Ovviamente nel periodo più adatto”. Le piante, almeno in città, non godono di un momento particolarmente fortunato. Si era partiti col taglio di quelle, ad un centinaio di metri di distanza, dell’area Lido. Piante malate e pericolose secondo le relazioni degli agronomi. Piante che per la loro ‘storicità’ avrebbero meritato di essere curate ed eventualmente salvate secondo altri. Poi il nuovo PUT a dare una ‘mazzata’ a quelle poste a margine del parco di via Trento, lato via Porzio che, secondo i progetti per la realizzazione di parcheggi e di una strada di collegamento tra via Marconi e Porzio, non andranno incontro a miglior sorte. Ora il taglio in via Giordano Bruno che desta qualche perplessità.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti