Commenta

Lorenzo Bocchi ai
campionati italiani di
Tennis di seconda categoria

Lorenzo che l’anno scorso era un semplice terza categoria, oggi è un seconda categoria in continuo progresso, attualmente è 2.5 ma ha già i punti da 2.4 per l’anno prossimo e quindi sicuramente un ranking italiano attorno alla 150/duecentesima posizione
lorenzo-bocchi-ev

CASALMAGGIORE – Prosegue positivamente il cammino di Lorenzo Bocchi, il giovane tennista di Casalmaggiore in forza al TC Albinea, club reggiano che milita in serie A2, è stato impegnato tutta estate a disputare tornei Open e Futures ed è ora in partenza per la capitale dove prenderà parte ai Campionati Italiani di Seconda categoria in programma al Circolo Due Ponti di Roma.

Lorenzo che l’anno scorso era un semplice terza categoria, oggi è un seconda categoria in continuo progresso, attualmente è 2.5 ma ha già i punti da 2.4 per l’anno prossimo e quindi sicuramente un ranking italiano attorno alla 150/duecentesima posizione ma potrebbe migliorarsi ancora.

Bocchi dopo una pausa sportiva di 2 mesi circa per aver conseguito la maturità scientifica ha raggiunto a luglio le semifinali all’Open di Ostiglia battendo tra gli altri Curci (2.5) e cedendo solo al terzo set contro il vincitore del torneo Pontoglio (2.2)dopo aver fallito un match point, poi all’Open di Forte dei Marmi ha lottato alla pari con Lulli (2.3) suo coetaneo tra i migliori in Italia soccombendo solo 6/3 al terzo. Al ricco torneo di Sommacampagna, ha passato 4 turni liquidando Dal Santo (2.4) con un doppio 6/1 e Corioni (2.5) sempre in due set poi nei quarti ha ceduto al croato Mario Radic (2.1) ex pro 142 al Mondo.

Bene anche all’Open di Massa Lombarda ed a Casalecchio dove ha raggiunto i quarti di finale imponendosi con un doppio 6/2 su Righi (2.4) prima di cedere a Leonardi (2.2) 637 atp per 6/4 6/4.

A livello Futures ha superato 2 turni ad Insbruck battendo l’austriaco Bellutti ed il triestino Grison (2.4) per 6/0 6/0, in Polonia a Bydgozdcz, due vittorie e sconfitta al terzo col polacco Smola 1000 atp e recentemente a Reggio Emilia, vittoria facile con Di Prima (2.4) e sconfitta con Borella (2.4).

Lorenzo sfoggia un gioco aggressivo e spettacolare ed una condizione fisica notevole ma per imporsi a certi livelli deve fare esperienza, quando affronta avversari navigati con alle spalle centinaia di partite nel circuito professionistico, lotta alla pari ma non riesce ancora a vincere, tuttavia i suoi progressi sono evidenti come dimostra il suo balzo di 5 gradini in classifica in soli 10 mesi ed una percentuale di partite vinte del 70%.

A Roma risultano iscritti 224 atleti che si daranno battaglia per contendersi il Titolo italiano, un’altra possibilità per Lorenzo per acquisire esperienza e dimostrare il suo valore a livello nazionale.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti