Commenta

Amurt, viaggio di
ricognizione (e solidarietà)
nei luoghi del sisma

"Dopo aver valutato la situazione - spiega il presidente Paolo Bocchi - sceglieremo un progetto di pubblica utilità realizzabile possibilmente in breve tempo"
terremoto-amurt_ev

CASALMAGGIORE – Una delegazione di Amurt Italia è in partenza per le zone terremotate del Centro Italia per consegnare gli aiuti raccolti e per individuare un progetto di ricostruzione.

Il gruppo, composto dal Presidente nazionale Paolo Bocchi, dal Coordinatore Giacomo Boselli di Parma, dal Presidente di Amurt Viadana Cosimo De Cillis e dai volontari Tiziano Schiroli e Roberto Pitturelli, avrà come prima tappa la città di Rieti dove, presso la sede della Confcommercio provinciale, verranno consegnati i beni di prima necessità raccolti nel periodo post terremoto.

La raccolta è stata proficua grazie anche alla collaborazione di Tigotà Casalmaggiore e Iper Simply Viadana che si sono prestati alla causa, in generale sono stati raccolti soprattutto prodotti per l’igiene della casa e della persona, materiale didattico per i bambini, alimenti a lunga conservazione e medicine anche grazie all’apporto fondamentale di Ail Oglio Po.

Il furgone per la consegna è offerto gratuitamente da Rugby Viadana 1970.

Il team di Amurt si sposterà poi nelle zone dell’epicentro cioè ad Amatrice ed a Montegallo dove avrà una serie di incontri con i rappresentanti comunali per definire un progetto di ricostruzione, attualmente la raccolta ha raggiunto circa quota 10.000 euro grazie alle numerose donazioni di privati cittadini, Associazioni ed Aziende.

“Dopo aver valutato la situazione – spiega il presidente Paolo Bocchi – sceglieremo un progetto di pubblica utilità realizzabile possibilmente in breve tempo e pagando direttamente la fatture per essere sicuri dell’efficacia della nostra azione”.

Per chi volesse aderire alla raccolta: Banco Popolare Ag. Casalmaggiore Iban: IT20V0503456746000000199983.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti