Commenta

Telesforo Vicini, Viadana
non è città per non vedenti.
Buca in via XX settembre

“C’è una voragine in via XX Settembre dove sono già scivolato e nonostante la segnalazione all’Ufficio Tecnico del Comune le cose sono rimaste cosi com’erano” si sfoga Telesforo.
viadana-cieco-ev

VIADANA – Telesforo Vicini, da tutti identificato con l’appellativo di Telly, è persona conosciutissima a Viadana le cui strade percorre a piedi in lungo e in largo nonostante sia cieco al 100 per cento. Oltre che per la sua disabilità il 59enne si contraddistingue per la loquacità e la proprietà di linguaggio che gli consente di dire le cose come sono, senza peli sulla lingua. Memorabile il suo “richiamo” risentito al parroco che si era dimenticato di salutarlo nei giardini della Casa di Riposo il giorno dell’inaugurazione.

Se lamenta e denuncia disagi ed omissioni c’è quindi da credergli. Ad esempio per Viadana, parlando di vie sconnesse e marciapiedi sbrecciati si incontrano situazioni pericolose per la gente comune figuriamoci per chi non ci vede. Secondo quanto rivelato da Telesforo, vi sono zone dove è pericoloso avventursi specialmente da parte di chi si muove facendo leva solo sull’orientamento e sulle percezione dei suoni. Il fatto di camminare col bastone bianco lo aiuta ovviamente nel districarsi tra il traffico, le auto parcheggiate e le vie del paese anche perchè lo strumento di legno lo rende visibile da lontano obbligando di conseguenza chi si avvicina a regolarsi in maniera razionale. Ma c’è un ostacolo davanti al quale Telly non può fare nulla. Si tratta delle sconnessioni del terreno e delle buche di Viadana dentro una delle quali è già inciampato cadendo a terra.

“C’è una voragine in via XX Settembre dove sono già scivolato e nonostante la segnalazione all’Ufficio Tecnico del Comune le cose sono rimaste cosi com’erano” si sfoga Telesforo. L’auspicio è che chi di dovere si metta all’opera in modo da risolvere la questione chiudendo quelle buche che rappresentano un problema sia per le persone normali e a maggior ragione per quelle che hanno perso il dono della vista rischiando guai seri nella malaugurata ipotesi di finirci dentro. Sopratutto nel caso del non vedente di Viadana piuttosto deciso ad andare avanti con la sua denuncia anche perchè sostenuto, come lui non manca di far rimarcare, da importanti conoscenze ad alto livello.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti