Un commento

Spineda, mietitrebbia incastrata
sul ponticello, un vigile
del fuoco si ferisce nell'intervento

Un contoterzista di Commessaggio, impegnato nei campi, è rimasto bloccato con la mietitrebbia adibita al taglio della soia, all'ingresso di un piccolo ponticello in cemento che scavalcava il Navarolo
mietitrebbia-ev

SPINEDA – Un vigile del fuoco ferito (fortunatamente in maniera lieve) e un intervento che ha causato non poche difficoltà quello iniziato oggi, poco dopo le 12, in via Casotta a Spineda, ai confini tra Spineda e Commessaggio. Un contoterzista di Commessaggio, impegnato nei campi, è rimasto bloccato con la mietitrebbia adibita al taglio della soia, all’ingresso di un piccolo ponticello in cemento che scavalcava il Navarolo. Una ruota del mezzo è rimasta incastrata, bloccandolo. A quel punto, si è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco, con una squadra giunta da Viadana. Nelle operazioni di spostamento si era pensato di far slittare la mietitrebbia su cuscinetti ma un’assicella in legno sistemata per il bisogno è letteralmente schizzata, ferendo al volto il caposquadra dei vigili del fuoco, S.C., 46 anni, di Spineda. Nulla di grave, fortunatamente per lui, comunque soccorso dall’ambulanza. L’autogru dei vigili del fuoco di Cremona ha poi terminato lo spostamento del mezzo agricolo. Sul posto i Carabinieri della stazione di Rivarolo ed il sindaco di Spineda che ha seguito tutte le operazioni, conclusesi alle 16.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Claudio

    Non critico la tematica trattata, che per quanto secondaria ha una sua ragione di essere riportata su un giornale locale.
    Piuttosto, un’analisi logica e dello stile usato dovrebbero allarmare non poco.
    Vado con ordine ad elencare i passaggi che come descritti sono ridondanti oppure fuori luogo:
    – “Un contoterzista di Commessaggio, impegnato nei campi, …”. Un lavoratore alla guida di una mietitrebbia di sicuro non è diretto al bar e neppure sta accompagnando i figli a scuola. Per di più l’autista è già stato identificato come contoterzista, pertanto è inutile dire che fosse impegnato nei campi. Poco oltre poi si specifica che la macchina agricola è addetta al taglio della soia: sapere che si tratta di soia e non granoturco cambia qualcosa? Informazione inutile anche questa.
    – “…un piccolo ponticello in cemento che scavalcava il Navarolo. Una ruota del mezzo è rimasta incastrata, bloccandolo.” Qui invece manca sapere cosa sia il Navarolo. Immagino che se uno non sia del luogo, possa solo immaginare si tratti di un canale di bonifica. Poi il tempo del verbo scavalcare: perchè al passato? I ponti e i canali non si muovono con facilità, pertanto presumo il ponte stia a cavallo del canale.
    – “Una ruota del mezzo è rimasta incastrata, bloccandolo.” Analogamente alla prima frase di questo elenco, mi pare ovvio che si incastra una ruota, questa poi si blocchi.
    – “…una squadra giunta da Viadana. (…) L’autogru dei vigili del fuoco di Cremona ha poi terminato lo spostamento…”. Ma insomma questi vigili da dove sono arrivati?