Ultim'ora
Commenta

Listone, passaggio di
consegne: dopo Rosa
il presidente è Fomiatti

"Dopo la mia elezione a Consigliere comunale - spiega Alessandro Rosa - ho deciso di tener fede alla regola etica che impone di evitare una sovrapposizione di cariche di natura politica e ho rassegnato le mie dimissioni da Presidente del Listone, indicendo pertanto le nuove elezioni per il Consiglio Direttivo".
Nella foto Rosa e Fomiatti

CASALMAGGIORE – Lo scorso 18 ottobre “Il Listone – La comunità che dialoga” ha rieletto il proprio Consiglio Direttivo, che sarà composto da nove membri. Le cariche principali sono state assegnate all’unanimità: nuovo presidente sarà Gabriel Fomiatti, il segretario sarà invece Alberto Fazzi, mentre il tesoriere sarà Massimo Lamonaca.

“Vorrei ringraziare tutto il gruppo de Il Listone – spiega Fomiatti – il quale ha riposto fiducia in me nell’assegnarmi il ruolo di Presidente. Nell’ultimo anno e mezzo sono cresciuto molto e ho imparato il funzionamento della macchina amministrativa. Per me questo non è un traguardo, ma semplicemente un’ulteriore occasione di crescita. Continuerò il progetto iniziato dal mio predecessore Alessandro Rosa, il quale ha ricoperto questo ruolo in modo egregio. L’obiettivo quindi sarà ancora quello di far crescere Il Listone, i nuovi giovani e l’affiatamento all’interno del gruppo. Vorrei quindi fare un grande in bocca al lupo al nuovo segretario Alberto Fazzi e al nuovo tesoriere Massimo Lamonaca oltre che ai nuovi consiglieri che mi accompagneranno in questo arduo compito.”

“Dopo la mia elezione a Consigliere comunale – spiega Alessandro Rosa – ho deciso di tener fede alla regola etica che impone di evitare una sovrapposizione di cariche di natura politica e ho rassegnato le mie dimissioni da Presidente del Listone, indicendo pertanto le nuove elezioni per il Consiglio Direttivo. Sono dimissioni delle quali non sento il peso, perché subordinate anche all’aver centrato l’obiettivo fondamentale del mio mandato: dar vita a un gruppo forte, giovane e coeso, dotato di grinta e di competenze, in grado di dimostrare a Casalmaggiore e al Casalasco di cosa è capace quella che, senza dubbio, sarà orgogliosamente chiamata ad essere la prossima classe dirigente.In uno scenario politico sempre più incapace di attrarre i giovani alla vita amministrativa, questi ragazzi rappresentano un faro nell’oscurità. Al neo-presidente e amico Gabriel Fomiatti, oltre che a tutto il Direttivo, auguro un buon lavoro”.

redazione@oglioponews.it 

© Riproduzione riservata
Commenti