Ultim'ora
Commenta

La Fiera di San Carlo è
partita: dal Museo Bijou
alla scoperta della città

La Fiera, che durerà fino al prossimo 7 novembre, è del resto uno dei momenti comunitari più sentiti dalla comunità. E uno dei primi momenti conviviali si è avuto subito, attorno alle 12.30, con il tradizionale pranzo offerto alle autorità presenti presso il ristotenda della Sagra del Cotechino e del Blisgòn.

CASALMAGGIORE – La Fiera di San Carlo è ufficialmente iniziata: lo ha fatto con il tradizionale taglio del nastro, ma da un luogo diverso: non più nello spazio antistante il Museo Diotti in via Formis, ma all’ingresso del Museo del Bijou in via Porzio, con le autorità come sempre schierate.

fiera-2016bis_ev

Oltre al sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni e alla presidente della Pro Loco Cinzia Soldi (con altri consiglieri dell’associazione presenti), hanno partecipato alla cerimonia, martedì alle 11.15, assessori e consiglieri del comune casalese, il vicario del Prefetto di Cremona Roberta Verrusio, il vicequestore vicario Carmine Grassi, il presidente della Provincia di Cremona Davide Viola, il Consorzio Forestale Padano con Carlo Alberta Malatesta, Pierguido Asinari sindaco di San Giovanni in Croce, Simone Agazzi vicesindaco del comune di Motta Baluffi, rappresentanti di Carabinieri, Guardia di Finanzia, Polizia di Stato e Polizia Locale, della Protezione Civile, oltre a rappresentanti del Museo del Bijou, senza scordare Gianpietro Todeschini della Casalasca Servizi e Francesco Meneghetti neo-presidente del Gal Terre del Po. Don Cesare Nisoli, parroco di Casalmaggiore, ha impartito la benedizione di rito.

fiera-2016tris_ev

Dopo il taglio del nastro il corteo, rimpinguato da parecchi cittadini, ha visitato le varie mostre pensate nei vari luoghi della città, altra grande tradizione che a San Carlo si ripete sempre. La Fiera, che durerà fino al prossimo 7 novembre, è del resto uno dei momenti comunitari e culturali più sentiti dalla cittadinanza di Casalmaggiore e, in generale, del Casalasco. E uno dei primi momenti conviviali si è avuto subito, attorno alle 12.30, ossia dopo il tour guidato, con il tradizionale pranzo offerto alle autorità presenti presso il ristotenda della Sagra del Cotechino e del Blisgòn.

fiera-2016_ev

QUESTO IL PROGRAMMA COMPLETO NEL COMUNICATO PRO LOCO: 

Ci saranno come sempre il luna park, il mercato generale in Piazza Garibaldi e vie limitrofe, il mercato agro-alimentare in via Formis e l’esposizione di veicoli industriali e agricoli in via Favagrossa e in Piazza Turati. Mostre d’arte per Casalmaggiore, la novità delle visite guidate a cura di Pro Loco in collaborazione con Target Turismo Cremona (1-4-5-6 nov.) con aperture straordinarie, presentazioni di libri e l’apertura della Torre dell’Acquedotto (1 e 6 nov. dalle 14.00 alle 18.00), in collaborazione con le GEV del casalasco, dove si potrà ammirare Casalmaggiore da 30 mt di altezza e, perché no, anche un bel tramonto (tempo permettendo).

Non mancherà l’aspetto culinario, che come da 19 anni ci accompagna durante la Fiera, vale a dire la Sagra del Cotechino e del Blisgòn (tortello di zucca casalasco). A cura dei volontari della Pro Loco, vi aspetterà una tenso struttura riscaldata, all’interno del cortile del Palazzo della Congregazione (Ex Turati) in piazza Garibaldi.

Inoltre, martedì 1 novembre alle 21.00 straordinariamente il Teatro Comunale avrà il primo spettacolo della stagione 2016/2017 (“Ma” della compagnia stabilemobile di Antonio Latella) e alle 18.00 in Fastassa una conversazione con Candida Nieri, protagonista dello spettacolo, per la serie di seminari “Il teatro e i suoi pensieri”. Ci sono tantissime altre iniziative da comunicarvi, ma non volendovi tediare troppo, vi rimandiamo al nostro sito www.casalmaggioreturismo.it e alle nostre pagine sui social Facebook, Twitter e Instagram.  Qua potrete trovare tutti gli eventi in programma per la fiera e per tutti quelli futuri.

RP-GG

© Riproduzione riservata
Commenti