Ultim'ora
Commenta

Quattrocase, "guerra" di
associazioni. Vezzoni (Gruppo
Emergenti) va all'attacco

Vezzoni non si fa problemi a parlare di situazione assurda “così come - spiega - trovo ridicolo che ci possano essere due presepi viventi in una piccola frazione. A tal proposito ho personalmente invitato “Quattrocase è viva" a collaborare per fare un unico evento, ma nulla da fare".
Nella foto il parcheggio pieno per la Festa della Zucca organizzata dal Gruppo Emergenti

QUATTROCASE (CASALMAGGIORE) – Una frazione di Casalmaggiore, come tale piccola anche se attivissima, che però per 450 residenti circa vanta ora addirittura due diverse associazioni alle quali viene chiesto di organizzare sagre e momenti culturali in paese. Il che potrebbe significare, nel caso più estremo che però si sta verificando e non è dunque fantasia, addirittura la presenza di due presepi viventi, dato che il periodo natalizio è ormai alle porte e senza scordare che proprio questa attrazione, molto sentita a Quattrocase, rappresenta un must capace di richiamare parecchie persone da tutto il Casalasco e anche da oltre provincia. Il punto però è che all’Associazione Emergenti, storico gruppo che da anni organizza sagre paesane, feste di vario tipo e pure momenti più profondi a livello artistico e culturale, s’affianca ora l’associazione “Quattrocase è viva”, che nelle scorse ore ha mostrato la faccia, come si suol dire, con un comunicato inviato allo stampa in attesa di presentare anche un calendario eventi.

Tra questi, come detto, vi è pure il presepe vivente che però non sarebbe più quello del giorno dopo, ossia di Santo Stefano, come da tradizione, ma verrebbe invece organizzato per Natale presso la chiesetta di San Rocco e San Martino, dedicata alla pace, proprio per seguire il tema attualissimo e giubilare della misericordia, dove a parlare saranno i pastori, i più umili. Il presepe vivente dello scorso anno venne organizzato dall’Associazione Emergenti, che ha intenzione di ripetere l’esperienza, e proprio qui sta l’inghippo, perché verrebbe creato un “doppione”, per così dire: per questo Daniele Vezzoni, presidente proprio degli Emergenti, va all’attacco su Facebook. Dopo avere ricordato quanto di buono è stato svolto per rilanciare il paese, coinvolgendo oltre 150 volontari e recuperando diversi monumenti, oltre a riportare fervore e vitalità nella frazione, Vezzoni infatti precisa che “tra le tante persone che si sono impegnate per tutto questo, ve ne sono alcune che oggi hanno creato una seconda associazione a Quattrocase (Quattrocase è viva, appunto, ndr), usufruendo appieno delle strutture da noi recuperate, addirittura per bramare contro il Gruppo Emergenti”.

Tra le operazioni svolte da questa associazione, in collaborazione con la Pro Loco di Casalmaggiore, l’Avis e altre associazioni del territorio, Vezzoni sottolinea il fatto di avere rimesso a nuovo tutto l’impianto elettrico dell’oratorio e del campo sportivo; ripristinato il campo sportivo con suo mantenimento (da 3 anni in uso principalmente alle squadre dei piccoli di Fossacaprara, squadre gestita da Oltrefossa); ricostruito bagni per il circolo secondo le normative odierne; ripristinato e riaperto il circolo bar, con l’affiliazione alla AICS (Associazione Italiana Cultura Sport); realizzato interventi di recupero e ripristino alle 2 chiese di Quattrocase, ossia San Giovanni e San Rocco; sostenuto qualsiasi spesa di utenza dell’oratorio e delle chiese con zero costi a carico della parrocchia; donato 5mila euro al comune terremotato di Acquasanta Terme, del quale è originario il casalasco Alfonso Ventura; realizzato, e quasi terminato, i lavori nel salone dell’oratorio, completamente rifatto, la cui inaugurazione è prevista per il 26 dicembre, in occasione del Presepe Vivente.

Vezzoni non si fa problemi a parlare di situazione assurda “così come – spiega – trovo ridicolo che ci possano essere due presepi viventi in una piccola frazione. A tal proposito ho personalmente invitato Quattrocase è viva a collaborare per fare un unico evento, ma il loro intento pare non sia quello di sputare nel piatto dove tuttora mangiano, ma di andare oltre”. Altro che presepe simbolo di pace: a Quattrocase sembra essere in atto un confronto parecchio acceso.

Giovanni Gardani 

© Riproduzione riservata
Commenti