Commenta

Castelverde, le opere di
Mario Rota per ricordare
don Mazzolari: via alla mostra

Alla presentazione da parte della consigliera delegata Nicoletta Domaneschi e alla parola del Papa Francesco recata da Don Bruno, con particolare riferimento ai poveri, è seguita la introduzione artistica di Tiziana Cordani ed il ricordo della stagione di clandestinità di Don Primo Mazzolari durata 4 mesi.

CASTELVERDE/BOZZOLO – E’ iniziata a Castelverde, presso la sala consiliare, la mostra mazzolariana, sul “Diario di una Primavera” ad opera del pittore Mario Rota, presente all’apertura della mostra con la nipotina Giulia, e con il presidente ed il segretario della Fondazione Mazzolari, don Bruno Bignami e Giancarlo Ghidorsi.

Alla presentazione da parte della consigliera delegata Nicoletta Domaneschi e alla parola del Papa Francesco recata da Don Bruno, con particolare riferimento ai poveri, è seguita la introduzione artistica di Tiziana Cordani ed il ricordo della stagione di clandestinità di Don Primo Mazzolari durata 4 mesi, a Bozzolo, in una soffitta nei pressi della torre di San Pietro. La mostra, che comprende 20 opere donate dal maestro Rota alla Fondazione Mazzolari, rimarrà aperta fino al 30 dicembre.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti