Commenta

Le sciarpe per Amatrice
sono già 220: successo a
Viadana per iniziativa solidale

Tutti impegnati a rispondere all’appello semplice e di facile esecuzione: quello di realizzare sciarpe di lana da mettere poi in vendita per destinarne il ricavato alla popolazione di Amatrice sconvolta l’estate scorsa dal terribile terremoto.

VIADANA – Straordinario successo dell’iniziativa “Una sciarpa per Amatrice”. La proposta, partita dalle sponde del lago di Garda, essendoci a Salò il principale punto di raccolta, ha raggiunto anche Viadana dove si è registrata un’adesione davvero commovente, anche per la partecipazione di comunità sensibili quali Dosolo e Pomponesco, per non parlare di Bozzolo, Sabbioneta e poi Sorbolo, Mezzani, ma pure Montichiari e altre località bresciane.

Tutti impegnati a rispondere all’appello semplice e di facile esecuzione: quello di realizzare sciarpe di lana da mettere poi in vendita per destinarne il ricavato alla popolazione di Amatrice sconvolta l’estate scorsa dal terribile terremoto. La referente per Viadana, Silvia, del negozio Filo Follia di via D’Azeglio, fa sapere  che sono 220 le sciarpe arrivate da tante persone entusiaste di aderire all’invito. Tra questi anche le numerose ospiti delle Casa di Riposo di Viadana e Boretto che, con i ferri tra le mani, hanno pensato bene di trascorrere il tempo unendo svariati gomitoli di lana colorata, sino ad ottenere caldi accessori da infilare prima di uscire al freddo. Una ventina di queste sono già state vendute e i soldi raccolti verranno dirottati verso la frazione di Torrita per la realizzazione di un Parco giochi per i bambini di quella zona sfortunata.

Ros pis

© Riproduzione riservata
Commenti