Commenta

Incidenti e cadute, in provincia
43 interventi Areu in poche ore:
quasi tutti per colpa del ghiaccio

All’ospedale Oglio Po? Molto semplicemente, anche le fonti ufficiali faticano a tenere il conto. Abbozziamo un “trenta persone?”. “Molte di più” è la risposta. E tra questi si calcolano due femori fratturati (problema particolarmente serio per una persona anziana) e diversi polsi slogati o fratturati.

A volte più delle parole possono aiutare numeri e grafiche. E se per i numeri, i più precisi arrivano dall’ospedale di Cremona (ma pure all’Oglio Po le notizie non sono delle migliori), per le grafiche ecco che il discorso diventa territoriale e davvero provinciale. Stiamo parlando delle decine di interventi portati a termine da ambulanze e soccorso medico sull’intera provincia, per cadute al suolo, per fuoriuscite di strada, per qualsiasi problema (in qualche caso grave) legato al maltempo e in particolare al fenomeno del gelicidio.

Il Pronto soccorso è insomma intasato a causa delle cadute dovute al gelo: un vero e proprio bollettino di guerra dalle prime ore di questa mattina, che ha portato in ospedale decine di persone. A Cremona per esempio attualmente sono 34 le persone in attesa di radiografia dopo essere caduti rovinosamente a terra, di cui 4 in codice giallo, 29 in codice verde e una in codice bianco. Ma le ambulanze sono arrivate anche per un paio di incidenti piuttosto grossi, che hanno portato in ospedale persone con traumi piuttosto seri. Tutte le ambulanze sono impegnate sul territorio per operazioni di soccorso e le attese per le radiografie sono piuttosto lunghe.

Del resto in tutta la provincia sono stati 16 gli episodi di cadute a causa del ghiaccio in cui si è reso necessario l’intervento dell’ambulanza, senza contare tutti i soggetti che si sono recati al pronto soccorso autonomamente. Sono invece stati 23 gli incidenti con feriti che hanno coinvolto biciclette o autovetture. Il dato complessivo del pronto soccorso riporta in tutto 39 persone in attesa di essere visitate e ben 60 attualmente in trattamento, per un totale di un centinaio di persone. Questo per quanto concerne Cremona.

E a Vicomoscano, ossia all’ospedale Oglio Po? Molto semplicemente, anche le fonti ufficiali faticano a tenere il conto. Abbozziamo un “trenta persone?”. “Molte di più” è la risposta. E tra questi si calcolano due femori fratturati (problema particolarmente serio per una persona anziana) e diversi polsi slogati o fratturati. Di certo c’è un altro dato numerico, quello di Areu, ossia dell’Agenzia Regionale di Emergenza Urgenza che segnala tutti gli interventi. Riportiamo di seguito la scheda completa aggiornata alle 13 di venerdì: sono stati ben 43, praticamente un record, le uscite dell’ambulanza su tutto il territorio, come potete notare. Soprattutto, dalle 5.30 in avanti, si tratta quasi esclusivamente di interventi per caduto o uscite di strada, il che è particolarmente indicativo del caos avvenuto nelle strade cremonesi e casalasche, oltre che nel centro di Casalmaggiore. E Viadana o la zona mantovana dell’Oglio Po? La situazione lì è nettamente migliore, almeno stando ad Areu: un solo intervento a Viadana alle 8.10 in via Aroldi per una caduta da bici. Manna dal cielo…

areuCR1 areuCR2 areuCR3 areuCR4 areuCR5 areuCR6 areuCR7 areuCR8

redazione@oglioponews.it 

© Riproduzione riservata
Commenti