Cronaca
Commenta

Casalmaggiore, il dottor Alfredo Camaiora appende il fonendoscopio al chiodo

Il noto e stimato medico di famiglia, molto conosciuto nell’ambiente sanitario del distretto e non solo, ha di fatto cessato la propria attività presso il poliambulatorio Co.Me.Te. di via don Paolo Antonini a Casalmaggiore

CASALMAGGIORE – Dopo oltre trent’anni trascorsi a prendersi cura delle persone, il dottor Alfredo Camaiora ha, come si sul dire, appeso il fonendoscopio al chiodo per raggiunti limiti di età. Il noto e stimato medico di famiglia, molto conosciuto nell’ambiente sanitario del distretto e non solo, ha di fatto cessato la propria attività lo scorso dicembre presso il poliambulatorio Co.Me.Te. di via don Paolo Antonini a Casalmaggiore.

Originario di Santo Stefano di Magra (Sp), dopo la Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso l’Università di Parma nel 1979, è approdato sulle sponde del Po nel 1981 iniziando ad esercitare a Casalmaggiore la professione di medico di medicina generale, sempre in rapporto esclusivo con Servizio Sanitario Nazionale. A contraddistinguere la sua carriera, oltre a comprovate capacità professionali, anche la spiccata lungimiranza avendo saputo guardare lontano nel tempo rispetto agli orientamenti del settore sanitario. Non a caso nel 1986 da il via, in collaborazione con altri colleghi casalesi, alla prima medicina di gruppo nell’Asl (ora A.S.S.T.) di Cremona integrando nello studio anche una figura infermieristica. Si tratta della prima esperienza di questo genere in Lombardia e tra le prime in Italia. E’ invece del 2002 la costituzione della Cooperativa Medici del Territorio (Co.Me.Te.), con sede inizialmente in via 2 Novembre ed ora situata nei nuovi ambienti di via don Antonini, che fornisce servizi ai medici di famiglia, ai pediatri di libera scelta e all’azienda ospedaliera. E’ in questo contesto che il “dottorone”, così spesso amavano definirlo alcuni degli oltre 1700 pazienti da lui assistiti, ha esercitato per 25 anni la sua attività in gruppo coi colleghi ed avvalendosi della collaborazione sia di infermieri che di personale di segreteria.

Numerosi gli incarichi assunti anche su altri fronti quali componente del Consiglio Nazionale di Federazione Sanità, Coonfcooperative e responsabile regione Lombardia per le Cooperative di medici di medicina generale presso il consiglio di presidenza di Federazione Sanità Confcooperative Lombardia. Per due mandati è stato membro del Consiglio dei Sanitari dell’Azienda Istituti Ospedalieri di Cremona. E’ in oltre componente dell’albo definitivo della Regione Lombardia come formatore-tutor, capo delegazione per UMI-SMI presso il comitato aziendale dell’ATS di Cremona e responsabile per le forme associative della delegazione UMI-SMI al tavolo di trattativa regionale per il rinnovo AIR (accordo integrativo regionale) per la medicina generale.

Un percorso professionale, quello del dottor Camaiora, ricco ed intenso che si è chiuso ieri ed è stato celebrato con un momento di convivialità, circondato dai colleghi di sempre e dal personale che con lo stesso ha collaborato.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti