Commenta

Parco Liceo, no ai parcheggi,
CNC ci ripensa. "Prendiamo
atto della volontà popolare"

Chiusa la fase delle osservazioni il PUT disegnato dalla commissione e presentato a fine novembre in Consiglio Comunale dovrebbe tornare presto in aula. Tante le osservazioni presentate

CASALMAGGIORE – Un ripensamento. O, a leggerlo in maniera diversa, il tenere conto della volontà popolare. Almeno di quella delle delle 1500 persone che hanno firmato che han detto no al parcheggio del Parco Liceo Romani e sì alla riqualificazione dello stesso senza che nessuna pianta venga abbattuta. CNC rinuncia al progetto – alternativo al PUT che prevede una riduzione di 700 metri quadri per la realizzazione di strada e parcheggio all’interno del parco cittadino – di un micro parcheggio in area parco che prevedeva l’abbattimento di sette esemplari di piante nell’area che dà su via Porzio e la realizzazione di un numero limitato di stalli auto con l’ausilio di autobloccanti al suolo. A confermarlo – qualche giorno fa – Pierluigi Pasotto “Se questa è la volontà della gente, ne prendiamo atto”. Chiusa la fase delle osservazioni il PUT disegnato dalla commissione e presentato a fine novembre in Consiglio Comunale dovrebbe tornare presto in aula. Tante le osservazioni presentate, dai gruppi di minoranza (Listone e CNC), dal mondo dell’associazionismo (Persona Ambiente e comitato Slow Town) e da privati cittadini e commercianti (piazza Turati e via Favagrossa). La commissione le esaminerà ad una ad una, raggruppando quelle con lo stesso soggetto d’esame e porterà il piano in consiglio con tutte le proposte di modifica respinte o eventualmente accettate. Un iter che dovrebbe trovare una conclusione nei prossimi mesi.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti