Ultim'ora
Commenta

Bozzolo, l'opposizione chiede
chiarimenti su farmacia,
mammografo e diritto studio

Farmacia: pare che le dipendenti di un’attività cosi lucrosa per le casse comunali stiano manifestando malcontento per la riduzione di ore lavorative introdotte e che di conseguenza siano in procinto di cercarsi un nuovo lavoro

BOZZOLO –  In attesa dei risultati ottenuti martedi a Milano presso l’assessorato alla sanità della Regione, la sindaca di Bozzolo Cinzia Nolli riceve altre bordate da parte della minoranza. La prima questione riguarda proprio l’incontro con l’assessore Giulio Gallera per discutere il problema del mammografo e altri finanziamenti in stand by. La prima cittadina, incalzata da un paio di mozioni sull’argomento aveva promesso durante il consiglio comunale di venerdi scorso l’intenzione di fare una sintesi delle mozioni di maggioranza e minoranza per recarsi in Regione con la documentazione completa. “A me – sottolinea Sergio Nardi – risulta che non abbia fatto alcuna sintesi e sia partita senza nulla portare con se. Tra l’altro le avevo chiesto se avesse avuto bisogno di qualcuno di noi per accompagnarla. Mi ha rispsoto che avrebbe chiesto a Gallera come se a lui interessasse da chi fosse formata la delegazione. Non ho ricevuto nessuna risposta e mi risulta che questa mattina (ieri per chi legge) sia partita da sola” sottolinea Nardi. Il capogruppo Giacomo Resta invece ha presentato ieri una richiesta di motivazioni per comprendere le intenzioni dell’Amministrazione rispetto alla gestione della Farmacia comunale. Secondo ultime notizie pare infatti che le dipendenti di un’attività cosi lucrosa per le casse comunali stiano manifestando disamore e malcontento per la riduzione di ore lavorative introdotte e che di conseguenza siano in procinto di cercarsi un nuovo lavoro, e sui social cresce il malcontento anche dell’utenza. Altro problema l’adozione del nuovo Piano riguardo al diritto allo studio. Di norma tale provvedimento viene siglato dopo una presentazione al Consiglio Comunale e non soltanto in seguito ad una decisione presa in Giunta. Una scelta quest’ultima che lascia sconcertate le forze dell’opposizione che per questo hanno chiesto di discuterne seriamente durante il prossimo Consiglio Comunale. Intanto sabato pomeriggio si riunirà a Bozzolo il primo Consiglio della nuova unione “Terra dei Gonzaga “con la nomina di presidente e vicepresidente dell’organismo che mette insieme Bozzolo con Rivarolo Mantovano.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti