Commenta

Pomì, Conegliano chiama
ancora. Con Bolzano serve
nuova risposta da 3 punti

Coach Caprara, dopo la positiva prestazione in terra israeliana, può contare su tutto il suo roster: Lloyd al palleggio, Fabris opposto, Stevanovic e Gibbemeyer al centro, libero Imma Sirressi e in banda due tra Bosetti, Tirozzi e Guerra, ma con una Bacchi pronta a subentrare.
Nella foto la Pomì festeggia ad Haifa (foto Manuel Bongiovanni)

CASALMAGGIORE – Come all’andata, la Pomì sfida Bolzano al ritorno da una competizione internazionale: in quel del PalaResia fu subito dopo il Mondiale di Manila, stavolta al PalaRadi si gioca, per la terza giornata di ritorno della Samsung Gear Volley Cup Serie A1 Femminile, al ritorno dalla trasferta di Haifa che ha regalato la qualificazione alla VBC agli ottavi di Coppa Cev contro le finlandesi dell’Hameenlinna.

A proposito di ottavi di finale: ricordiamo a tutti gli abbonati che proprio a partire dalla gara con Bolzano sarà possibile riconfermare il proprio posto per la partita di Coppa Cev dell’8 febbraio al PalaRadi acquistando il biglietto alla cassa dedicata. Sarà possibile però per gli abbonati acquistare, sempre con prelazione per il proprio posto, il biglietto nelle ricevitorie accreditate fino a venerdì 3 febbraio oppure attraverso il sito internet www.volleyballcasalmaggiore.it cliccando sul banner “Acquista il tuo biglietto” ed inserendo il codice presente sull’abbonamento. Da sabato 4 febbraio l’acquisto sarà aperto a tutti con la messa in vendita anche dei posti non confermati dagli abbonati.

Coach Caprara, dopo la positiva prestazione in terra israeliana, può contare su tutto il suo roster: Lloyd al palleggio, Fabris opposto, Stevanovic e Gibbemeyer al centro, libero Imma Sirressi e in banda due tra Bosetti, Tirozzi e Guerra,  ma con una Bacchi pronta a subentrare dopo l’ottima prestazione sul taraflex di Haifa e con una panchina che benissimo ha figurato nel ritorno dei sedicesimi di Coppa Cev composta da Peric al palleggio, Zuleta in centro, Turlea opposto e Gibertini libero alla prima esperienza europea.

La formazione di coach Francois Salvagni si trova a metà della classifica, settima posizione per la precisione, a 18 punti tra Liu Jo Nordmeccanica, che ha ufficializzato da poco l’acquisto della palleggiatrice Caracuta ex Pomì Sand Volley, che la segue a 17 e Savino del Bene Scandicci che la precede di due lunghezze, fresche di acquisto del centrale Casillo. L’inizio del girone d’andata per Bauer e compagne non è stato dei più semplici con quattro sconfitte consecutive, figlie comunque di un calendario molto impegnativo (rispettivamente Novara, Unet, Pomì e Conegliano). Alla quinta giornata arriva la prima gioia per i tifosi bolzanini con la vittoria per 3-0 sul Club Italia tra le mura amiche, partita che dà il via ad un periodo, che si è protratto anche nel girone di ritorno, di vittorie e sconfitte alternanti concluso con la vittoria al PalaResia contro la Unet Yamamay Busto Arsizio.

LE EX

Per la VBC Pomì solo Lucia Bacchi ha vestito la maglia di Bolzano nella promozione dall’A2 all’A1, per il Sudtirol invece sono due le giocatrici ad aver vestito la maglia rosa: Floriana Bertone, in A2, e la campionessa d’Europa in carica Tereza Rossi Matuszkova.

LE AVVERSARIE

Alla regia del palleggio il Sudtirol Bolzano vede l’ex Parma e Cremona Giulia Pincerato, coppia centrale formata dal capitano, ex Piacenza, Christina Bauer, 24 i muri finora per lei e terza in classifica generale per il ruolo da centrale con un indice di 6,90, e Marina Zambelli, pronta però a subentrare Floriana Bertone, giocatrice più alta della Serie A1 insieme a Valentina Diouf. In banda una delle due punte di diamante della formazione altoatesina, l’americana Michelle Bartsch, top scorer di squadra con 202 punti, e la genovese Valeria Papa. Opposto l’altra punta di diamante bolzanina Sanja Popovic-Gamma, croata classe 1984, sesta in classifica ruolo schiacciatrice con un indice di 5,11 e 169 punti realizzati finora (con una parentesi per infortunio) capace finora di 11 ace. Libero Eleonora Bruno, classe 1994 quarta in classifica di rendimento per le ricezioni perfette con 137. Orfane dell’olandese Maret Grothues-Balkenstein le altoatesine sono corse ai ripari ingaggiando “il bazooka” Tereza Rossi Matuszkova, schiacciatrice/opposto anche della Nazionale della Repubblica Ceca. Chiudono il roster le giovani Spinello, palleggiatrice, e Zancanaro, libero, entrambe classe 1998.

LA GIORNATA

La terza giornata di ritorno si è aperta con la netta vittoria al Pala George della Metalleghe Montichiari per 3-0 sulla Unet Yamamay Busto Arsizio nell’anticipo del sabato sera, ma è stato un turno ricco di scontri interessanti. L’Imoco Volley Conegliano, che per la terza volta di fila ha giocato prima rispetto alle rosa, ha superato 3-0 il Team Saugella Monza al PalaVerde, issandosi dunque per il momento al primo posto. La Liu Jo Nordmeccanica Modena ha superato in casa al tie break proprio l’altra rivale di Bolzano, la Savino del Bene Scandicci, mentre la Foppapedretti Bergamo è crollata 3-0 al PalaIgor con le ragazze di Novara. Ha chiuso la giornata di domenica la sfida salvezza del Mandela Forum tra Bisonte Firenze e Club Italia Crai, chiusa sul 3-2.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti