Commenta

Rivarolo Mn, partecipata
assemblea. Galli: "Unioni ok
quando migliorano i servizi"

Una sorta di risposta all'Unione Foedus. "D’altronde è proprio quello che ci chiede il legislatore - ha proseguito Galli - invitando i Comuni ad associarsi tra loro per perseguire delle economie di scala e non per moltiplicare i centri di spesa".

RIVAROLO MANTOVANO – Martedì si è svolta nella sala Polivalente di Rivarolo Mantovano, una partecipata assemblea pubblica organizzata dall’Amministrazione Comunale. Un’occasione per dialogare con la cittadinanza sui nuovi orizzonti amministrativi che si sono aperti dopo la costituzione, insieme al Comune di Bozzolo, dell’Unione Terra di Gonzaga.

Nella duplice veste di Sindaco e Presidente della neo nata Unione, il Sindaco di Rivarolo Mantovano Massimiliano Galli ha tracciato, in un appassionato intervento, le linee guida dell’azione amministrativa che intendono contraddistinguere il suo mandato elettorale. “Le Unioni sono un mezzo dell’azione amministrativa e non il fine. Esse servono per gestire al meglio i servizi fondamentali da erogare alle Comunità locali. Il fine ultimo da perseguire è il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione residente in termini di servizi resi e di accessibilità agli stessi”.

Una sorta di risposta all’Unione Foedus. “D’altronde è proprio quello che ci chiede il legislatore – ha proseguito Galli – invitando i Comuni ad associarsi tra loro per perseguire delle economie di scala e non per moltiplicare i centri di spesa. La solidarietà tra gli individui, il sentirsi parte gli uni dei destini degli altri e la consapevolezza che da soli non si va da nessuna parte e che soltanto insieme si può crescere come comunità unita”.

Implicito anche il richiamo alla minoranza consiliare di Rivarolo Mantovano che “per partito preso si contrappone sempre e comunque alle scelte amministrative, che sin dall’inizio del mandato, si sono uniformate alla regola fondamentale che sottende l’operato dell’amministratore pubblico nello svolgimento delle sue funzioni e cioè quella della “diligenza del buon padre di famiglia”, così come è stabilito dal Codice Civile oltre che dal buon senso. Noi abbiamo infatti compiuto atti volti esclusivamente alla tutela dell’Interesse generale e di quello particolare della Comunità locale”.

Diversi gli interventi quasi unicamente ascrivibili alla “galassia Foedus” ad eccezione di quello dell’assessore Enrico Guarneri che è intervenuto chiarendo i contenuti dell’affidamento del servizio di efficientamento dell’impianto di pubblica illuminazione affidato a Soresina Servizi e nuovamente contestato dalla minoranza.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti