Un commento

Il punto dell'assessore Leoni:
"Attenti alle occasioni, su
Conad tante critiche ma..."

Tra le novità a breve termine la realizzazione della rotatoria Cogeme: "L’impresa vincitrice ha già realizzato l’attraversamento della rete fognaria sotto la strada Castelnovese e a fine marzo 2017 inizierà i lavori di esecuzione della rotatoria" ha svelato Leoni.
Nella foto Leoni con Bongiovanni durante la campagna elettorale 2014

CASALMAGGIORE – Uno degli interventi più attesi nel bilancio di metà mandato della giunta Bongiovanni era senza dubbio quello dell’assessore ai Lavori Pubblici Vanni Leoni, anche perché il suo assessorato (che comprende anche Urbanistica e Viabilità) è uno di quelli che prevede intervento molto tangibili e concreti anche come percezione quotidiana. “Il lavoro quotidiano degli uffici tecnici affiancati e coadiuvati dal mio operato – ha spiegato Leoni in sala giunta – ha permesso di chiudere parecchi procedimenti rimasti aperti e di avviarne altri. Un lavoro intrapreso dal 2014 che ha iniziato a dare i primi risultati concreti”.

Leoni ha poi elencato proprio queste opere. “Abbiamo iniziato i lavori di ampliamento della scuola di Vicomoscano, che saranno ultimati nell’agosto 2017: si tratta di lavori finanziati da Regione e Governo attraverso mutui BEI per 660mila euro. Un’altra opera molto attesa è la realizzazione della rotatoria Cogeme: anche in questo caso, per non gravare sul bilancio comunale, dopo avere ottenuto finanziamenti pubblici a fondo perduto da Regione Lombardia e finanziamenti privati, la Provincia di Cremona ha realizzato il progetto, nel 2016 abbiamo concluso gli accordi bonari e assegnato con gara pubblica i lavori. L’impresa vincitrice  ha già realizzato l’attraversamento della rete fognaria sotto la strada Castelnovese e a fine marzo 2017 inizierà i lavori di esecuzione della rotatoria. Opera complementare, è la realizzazione della fognatura tra via Galluzzi e via del Porto,  che andrà a servire il centro di raccolta rifiuti e altre attività insediate in quella zona”.

“E’ terminata – ha proseguito Leoni – la fase di assegnazione delle sei cappelle private nel cimitero cittadino, con i lavori ormai in fase di ultimazione. Sono iniziati anche i lavori di completamento della parte finale di via Paul Harris: l’intervento permetterà in questo caso di completare la strada collegandola a via Petofi, con opere di urbanizzazione e nuovi parcheggi, riportando ordine e decoro in quella zona da tempo dimenticata. Con lo spostamento del palo da parte di Enel, di fatto sono partiti pure i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza dell’incrocio con accesso a via Tommaso Aroldi, mentre nei prossimi giorni inizieranno i lavori di allargamento”.

Asfalti, un settore molto sentito dalla cittadinanza. “In tema di nuove asfaltature abbiamo approvato il progetto esecutivo di riqualificazione di via delle Salde in Casalmaggiore, di via Fantoni e via Valletta in frazione di Roncadello e via Albarone. Attualmente l’ufficio tecnico è in fase di inizio gara per la scelta dell’impresa esecutrice. E’ già stata invece sistemata la strada Casalbellotto-Prati-Valle”.

Con Edilizia ed Urbanistica si apre un altro capitolo. “L’attività di analisi e di studio svolta tra il 2014 ed il 2016 ha permesso di seguire le operazioni urbanistiche dei privati in fase di realizzazione, in alcuni casi di completarle e in altri di presidiarle. Ad esempio, prendiamo il piano di lottizzazione “Ex zuccherificio”: nonostante la scadenza fosse fissata a marzo 2016, abbiamo incontrato la nuova società proprietaria, ottenuto e realizzato a loro carico il completamento degli asfalti e delle urbanizzazioni via Don Paolo Antonini e Via dello Zuccherificio, un’opera ferma da due anni. Se invece analizziamo il piano di lottizzazione residenziale denominato “Baslenga”, abbiamo recuperato nuove garanzie fideiussorie creando le condizioni affinché la proprietà completasse le asfaltature e le opere di urbanizzazione mancanti”.

Capitolo Conad. “Considerata la crisi edilizia e di conseguenza, rispetto al passato, le limitate entrate degli oneri di urbanizzazione, oltre all’impegno a presidiare le operazioni immobiliari già avviate nel tempo, siamo decisamente molto attenti a qualsiasi iniziativa urbanistica di carattere privato che possa portare oneri, benefici e servizi di interesse pubblico. L’esempio concreto è la richiesta di ampliamento del Conad. Tale operazione ha visto gli uffici tecnici e il sottoscritto impegnati un anno intero a costruire un percorso edilizio nel rispetto delle norme urbanistiche, che in continuità a quanto già approvato dalle amministrazioni precedenti, in tema di superfici e possibilità di insediamenti commerciali, ha permesso di ottenere netti benefici per la comunità in termini economici ed in termini di opere come il rifacimento di via Petofi e di messa in sicurezza del parcheggio adiacente, compensando con nuovi parcheggi nella nuova via Paul Harris. In termini economici verranno incassati oneri per un totale di circa 200mila euro, tutto ciò lasciando inoltre alla Conad la proprietà del loro parcheggio con la gestione e la manutenzione dello stesso, vincolato però al diritto di uso pubblico a beneficio di tutta la comunità”.

Leoni non ha dimenticato una nota polemica, anche perché il “nodo Conad” è stato uno dei più discussi e criticati. “Chissà perché quando queste operazioni urbanistiche le fanno le amministrazioni di sinistra, va tutto bene e non nascono raccolte firme o petizioni contro (vedi per esempio l’Ipercoop Cremona Po, l’Iper di Gadesco, l’Euronics a Crema, e ancora gli stessi insediamenti commerciali di Casalmaggiore), mentre quando lo fanno altri sono dei cementificatori insensibili e non rispettosi dell’ambiente: per quanto ci riguarda preciso che abbiamo autorizzato 500 metri quadrati scarsi di ampliamento di un attività già esistente”.

“Infine – ha concluso Leoni – per quanto riguarda il settore manutenzione e ambiente, attraverso una gara pubblica con il metodo dell’offerta economicamente vantaggiosa, è stata affidata la manutenzione del verde: ciò permetterà di avere più controllo sulle difficili operazioni di taglio e pulizia sugli spazi pubblici. Inoltre tra le migliori proposte abbiamo ottenuto a carico della ditta vincitrice la gara, la realizzazione, con impianto di irrigazione compreso, del parco previsto all’interno del quartiere Fiammetta e la completa gestione gratuita dello stesso almeno sino al dicembre 2018”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Enrico Lazzari

    Leggendo questo articolo mi viene un dubbio, non è che la frazione di Fossacaprara sia stata ceduta a un comune limitrofo, come Mezzani o Viadana?