Commenta

Breda Cisoni, a rischio
controsoffitti della scuola:
chiusura e alunni a Sabbioneta

D'accordo con la Dirigente dell'Istituto Comprensivo Rizzardelli, sabato mattina l'Amministrazione comunale ha incontrato i genitori dei bambini, per ragionare della situazione e proporre la soluzione di trasferire, per i prossimi mesi, gli alunni della materna di Breda Cisoni presso la materna di Sabbioneta.

BREDA CISONI (SABBIONETA) – A seguito di indagini diagnostiche, volute dall’Amministrazione comunale di Sabbioneta per avere un quadro della situazione dei plessi scolastici, è risultato che il piano terra del plesso scolastico di Breda Cisoni (in cui, attualmente, si trova una scuola materna con 15 alunni) ha una situazione dove risultano aree di rischio relativamente ai controsoffitti delle aule. Da lunedì, sino al termine dei lavori, la scuola sarà, dunque, chiusa.

D’accordo con la Dirigente dell’Istituto Comprensivo Rizzardelli, sabato mattina l’Amministrazione comunale ha incontrato i genitori dei bambini (alla presenza di alcuni insegnanti e dei tecnici comunali), per ragionare della situazione e proporre la soluzione di trasferire, per i prossimi mesi, gli alunni della materna di Breda Cisoni presso la materna di Sabbioneta, che potrà accoglierli. Per cercare di limitare, al minimo, i disagi si è anche prospettato alle famiglie, per chi ne vuole usufruire, della possibilità di un trasporto “porta a porta “.

“Purtroppo in passato – spiega il sindaco Aldo Vincenzi – non erano state fatte indagini diagnostiche di questo tipo e, quindi, solo oggi si è a conoscenza dello stato dei controsoffitti dei nostri plessi. Si è cercato di fare tutto il possibile in modo da non penalizzare gli alunni che, in questo modo, non perderanno neanche un giorno di scuola, partendo già lunedì 20 con la frequenza nel plesso scolastico di Sabbioneta. La volontà dell’Amministrazione comunale è di fare i lavori necessari, nel plesso di Breda Cisoni, su entrambi i piani, in modo che la scuola possa essere agibile e in sicurezza”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti