Cronaca
Commenta

Cogozzo, il sagrestano fa scappare i ladri: il furto è di pochi spiccioli

Tre persone dall'aspetto poco raccomandabile sono state intercettate dal collaboratore della parrocchia che urlando è riuscito a metterli in fuga. Peccato che si fossero già impossessati di pochi spiccioli, ritrovati nei locali della sagrestia.

COGOZZO (VIADANA) – I ladri probabilmente studiano a tavolino i colpi da effettuare e nel caso di Cogozzo, l’altro giorno, devono aver messo in conto l’assenza del parroco don Carlo Valli. Comunque c’era il sagrestano a casa e questo ha impedito che il furto avesse dimensioni maggiori. Si è trattato alla fine di un tentato furto nella chiesa di Cogozzo.

Tre persone dall’aspetto poco raccomandabile sono state intercettate dal collaboratore della parrocchia che urlando è riuscito a metterli in fuga. Peccato che si fossero già impossessati di pochi spiccioli, ritrovati nei locali della sagrestia. Ma il loro intento era quello di passare direttamente dalla chiesa dove probabilmente avrebbero trovato oggetti di ben più alto valore. E’ stato in quel momento che il sagrestano si è imbattuto nei tre brutti ceffi costringendoli a scappare. Prima però questi avevano forzato la porta della sagrestia, spaccando la serratura con un piede di porco ed entrando nei locali pensando di non essere visti né scoperti per l’assenza del parroco e per questo forse erano sicuri di poterla fare franca.

Ma, si sa, spesso il diavolo fa le pentole ma non i coperchi, come dice un antico detto, e specialmente in chiesa tale espressione non poteva che materializzarsi. Alcuni testimoni hanno poi dichiarato di aver visto fuggire dal luogo una macchina con targa straniera. E chissà che tale dettaglio possa servire alle Forze dell’ordine per recuperare qualche dettaglio al quale fare riferimento.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti