Commenta

Coppa Cev, la Pomì vince due
set, poi si distrae ma fa 3-2
e nei quarti andrà a Stoccarda

Lo Stoccarda conquista due set a Prostejov e così è il prossimo avversario della Pomì nei quarti (andata in Germania, ritorno a Cremona). Sempre più vicino, con Busto qualificata col brivido, il derby tricolore in semifinale.

 

HPK HAMEENLINNA – VBC POMI CASALMAGGIORE: 2-3 (25-16/25-21/15-25/27-25/12-15)

Hpk: Madsen 7, Kehoe 3, Friberg 8, Karhu 10, Korhonen 24, Mayfield 27, Venho (L), Rautianen (L). Non entrate: Kylmaaho, Kasprzak, Pelkio, Lemola, Nieminen. All. Chiappini-Stenius

VBC: Bacchi 12, Zuleta 3, Lloyd 3, Peric, Turlea 13, Gibbemeyer 6, Bosetti, Guerra, Stevanovic 7, Tirozzi 21, Sirressi (L), Gibertini (L). Non entrate: Fabris. All. Caprara-Bolzoni.

HAMEENLINNA – La Pomì accede ai quarti di finale della Coppa Cev con una vittoria per 3-2 in terra finlandese davanti anche ad una decina di tifosi rosa in trasferta.

Primo set. Pronti via e Kehoe apre la gara con un ace festeggiato con l’esultanza a “bomba” che abbiamo conosciuto al Pala Radi.  La prima frazione di gioco inizia in sostanziale equilibrio con la Pomì sempre leggermente avanti, così Bacchi infila una bella diagonale e mette a terra il pallone del 6-4 seguito da un muro sempre della giocatrice casalasca: 7-4 Pomì. L’equilibrio continua a regnare, diagonale stretta di Mayfield e siamo 11-9 Pomì. Jovana Stevanovic salta più alto di tutte e blocca l’attacco di Karhu e costringe coach Chiappini a chiamare il time out sul 13-9 Pomì. Bello il pallonetto di capitan Tirozzi che beffa il muro finlandese e manda Stevanovic in battuta sul 17-11, ma il muro di Casalmaggiore si fa sentire e Gibbemeyer fa 18-11: time out chiamato dal tecnico italiano in forza all’HPK. Il punto del 19-12 Pomì è un bel tocco di prima intenzione di Lloyd. Attacco di Korhonen dalla diagonale ma Turlea blocca tutto con un muro, siamo 22-14 Pomì, ma capitan Tirozzi non resta a guardare e blocca sempre a muro un attacco di Mayfield: 23-14. L’HPK ci prova e con un muro di Frieberg cerca di rimanere attaccata al set, ma Tirozzi trova il mani fuori su Korhonen e chiude la prima frazione 25-16. Top scorer primo set: Tirozzi 5, Korhonen 4

Secondo set. Inizio di frazione fotocopia del primo, equilibrio sostanziale, ma capitan Tirozzi trova una splendida diagonale e mette a terra il pallone del 5-3 Pomì. L’Hpk però non molla e un bel muro di Frieberg accorcia le distanze. Tirozzi però non ci sta e sigla un bell’ace che, seguito poi da un errore in attacco delle finlandesi, manda tutti al time out tecnico 8-4. Bacchi-Gibbemeyer-Bacchi e coach Chiappini deve chiamare time out: siamo 13-7 Pomì. Perentorio primo tempo di Gibbemeyer sul quale Venho non può far nulla, ma nell’azione successiva Madsen trova una diagonale devastante: 15-9 Pomì. Sarà proprio un errore in battuta della numero 1 finlandese a mandare tutti al time out tecnico 16-9. Bella la pipe di Turlea che beffa la difesa avversaria e sigla il 20-13 Pomì. Devastante primo tempo di Gibbemeyer che piega le mani a Venho: 23-17 Pomì ed entrano Zuleta e Peric per Stevanovic e Lloyd. La squadra di casa non molla e ci prova con Frieberg, Karhu e Korhonen così, sul 24-21 Pomì coach Caprara chiama time out: si torna in campo, diagonale di Tirozzi e si chiude la frazione 25-21.Top scorer secondo set: Tirozzi 5, Korhonen 8.

Terzo set.  La terza frazione parte colorata di arancione, muro su attacco di Stevanovic e l’HPK si porta sul 5-2. Diversi errori e una bella parallela di Korhonen mandano tutti al time out tecnico sul 8-3 HPK. Le padrone di casa sembrano veramente in palla in questo set e coach Caprara chiama time out sul 10-3. Una pipe di Tirozzi interrompe il trend positivo delle padrone di casa ma un attacco di Madsen e un ace di Frieberg riportano L’Hpk sul 12-4.  Parallela “di cattiveria” quella di Lucia Bacchi che buca il muro finlandese e fa 13-6. Arriva un altro ace, stavolta di Lorena Zuleta, centrale colombiana dalla battuta velenosissima, e siamo 15-9 Hpk. Le padrone di casa si dimostrano davvero in un buon momento e Madsen trova un altro ace, 17-9 Hpk. Un’incertezza in ricezione regala a Mayfield un ace che porta le padrone di casa sul 21-11, ma un attacco di Bacchi subito dopo accorcia le distanze: 21-12 ed entra Guerra per Tirozzi. L’Hameenlinna dimostra di averne davvero di più in questa frazione e Madsen chiude il set 25-15. Top scorer terzo set: Turlea e Bacchi 3, Mayfield 8.

Quarto set. La Pomì parte forte ma le padrone di casa tornano sotto passando in vantaggio con una diagonale di Korhonen ma subito dopo Carmen Turlea rimette tutto in parità. Si va al tie out tecnico con la Pomì avanti 8-6 dopo un attacco di Bacchi. Le padrone di casa non ci stanno e continuano a spingere così, raggiunto il pareggio 12-12, coach Caprara preferisce chiamare time out. Entrambe le squadre non mollano e la Pomì fatica ad imporre il proprio ritmo, ma capitan Tirozzi trova una bella diagonale: 15-15. E’ ancora l’equilibrio a farla da padrone così sul 20-20 coach Caprara chiama time out. E’ un finale di set al fulmicotone e Tirozzi porta la Pomì con due attacchi vincenti consecutivi sul 24 pari. Le padrone di casa passano ancora avanti ma un mani fuori di Bacchi riporta tutto ancora in parità. La squadra di Chiappini però spinge di più sull’acceleratore e chiude anche il quarto set a proprio favore 27-25. Top scorer quarto set: Tirozzi 8, Mayfield 9.

Tie Break. L’ultima frazione parte con un uno-due delle padrone di casa che trovano un ace con Frieberg, ma un errore in attacco accorcia le distanze. Diversi gli errori in battuta mantengono le squadre vicine ma Turlea mette a terra il pallone del 7-6 Hpk. Si va al cambio di campo dopo un errore di Tirozzi in attacco, ma un errore in battuta di Karhu riporta la Pomì a -1. Dopo un primo tempo vincente di Stevanovic è Tirozzi a trovare il pareggio 9-9, così coach Chiappini chiama time out. Carli Lloyd con un gran muro su Mayfield costringe ancora la panchina italo-finlandese a chiamare time out sul 11-9 Pomì. Casalmaggiore dimostra però di averne di più e chiude la frazione per 15-12. Vittoria per 3-2 e si passa ai quarti di finale.

MVP Pomì: Valentina Tirozzi.

MVP HPK: Piia Korhonen

Giovanni Caprara, head coach VBC Pomì: “Abbiamo raggiunto la qualificazione giocando due set molto buoni e facendo riposare alcune giocatrici che hanno qualche problema fisico. Diciamo che siamo riusciti ad ottenere il massimo del risultato con il minimo sforzo. Peccato per i due set persi dove è calata molto la battuta, ma sono molto felice che le ragazze abbiano voluto vincere il quinto set nonostante fosse a quel punto inutile: bene così e andiamo avanti in questa Coppa Cev”.

Luca Chiappini, head coach HPK Hameenlinna: “Sono soddisfatto del gioco che la mia squadra ha espresso anche se forse abbiamo iniziato a giocare quando ormai non c’era più nulla in palio, finalmente siamo riusciti ad esprimere il nostro gioco. Sono soddisfatto”.

Lucia Bacchi, banda VBC Pomì Casalmaggiore: “Diciamo che a qualificazione avvenuta ci siamo un po’ lasciate andare, ma è sempre bello vincere, non volevamo tornare a casa con una sconfitta. Bene così, domani si torna a casa.”

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti