Commenta

Cisl Scuola, a Santa Chiara
il congresso interprovinciale
per Cremona-Mantova

“Fare comunità - Generare valori”, questo il titolo del congresso, si è aperto giovedì mattina alle ore 9.15 dopo una veloce accoglienza ed è durato fino attorno alle 17.30. A riunirsi sono stati i vari sindacalisti Cisl delle province di Cremona e Mantova.

CASALMAGGIORE – Per la prima volta Casalmaggiore, presso il secondo piano della Fondazione Santa Chiara in via Formis, ha ospitato un importante congresso interprovinciale da parte del sindacato Cisl Scuola. Si tratta della prima tappa di un percorso che porterà poi al congresso regionale e, infine, a quello nazionale, trattando appunto tutti gli argomenti riguardanti la scuola e il lavoro legato a questo particolare e delicato ambito.

“Fare comunità – Generare valori”, questo il titolo del congresso, si è aperto giovedì mattina alle ore 9.15 dopo una veloce accoglienza ed è durato fino attorno alle 17.30. A riunirsi sono stati i vari sindacalisti Cisl delle province di Cremona e Mantova: Casalmaggiore così, per la sua posizione baricentrica, si è fatta carico di ospitare il congresso. A questo hanno partecipato importanti rappresentanti del mondo Cisl: da Massimiliano Sambruna della segreteria Cisl Scuola Lombardia a Marco Bianchi, segretario generale dell’Asse del Po Cremona-Lodi-Mantova a Ivana Barbacci della segreteria nazionale Cisl Scuola.

E ancora Francesco Zanaboni, componente della segreteria Asse del Po Cisl Scuola per Lodi, Michelangela Russo, operatore sindacale della scuola Asse del Po da Mantova, Cosimo Barletta, docente di scuola secondaria di secondo grado delegato per Cremona. A completare il tavolo operativo Camilla Ruggeri, componente della segreteria Asse del Po per Cremona, Salvatore Militello, segretario organizzativo di Cremona, Ilaria Irpo, componente della segreteria per Mantova, e Monica Manfredini, componente della segreteria Ust Asse del Po.

G.G. 

© Riproduzione riservata
Commenti