Cronaca
Commenta

Argine di San Matteo, Fava annuncia: "Lavori pronti a partire, il 27 febbraio il bando"

"Finalmente ci siamo. Il prossimo 27 febbraio uscirà il bando per la realizzazione dei lavori di rinforzo dell'argine di San Matteo in comune di Viadana e della viabilità conseguente. Ho parlato anche ieri (venerdì, ndr) con i tecnici di Aipo che mi hanno assicurato che a questo punto si può partire" spiega Fava.

Nella foto l'argine di San Matteo dopo il crollo di un paio di anni fa

SAN MATTEO DELLE CHIAVICHE (VIADANA) – Buone notizie per l’argine di San Matteo delle Chiaviche, e soprattutto per gli utenti che sono soliti utilizzarlo per gli spostamenti, spesso anche sul posto di lavoro o di studio. Novità che giungono direttamente dall’assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia Gianni Fava.

“Finalmente ci siamo – annuncia Fava – . Il prossimo 27 febbraio uscirà il bando per la realizzazione dei lavori di rinforzo dell’argine di San Matteo in comune di Viadana e della viabilità conseguente. Ho parlato anche ieri (venerdì, ndr) con i tecnici di Aipo che mi hanno assicurato che a questo punto si può partire. Sono state risolte in questi mesi diverse criticità progettuali e apportate le modifiche resesi necessarie dal nuovo codice degli appalti del governo Renzi che ha cambiato sostanzialmente i parametri di assegnazione in ambito di lavori pubblici”.

“I soldi ci sono – precisa Fava – e la gara è pronta per essere bandita. Credo che anche stavolta si possa dire che sia stata trovata una soluzione ad un annoso problema nell’interesse di un’area che troppe volte in passato è stata sacrificata dal disinteresse della politica e da errori grossolani (basti pensare alla delirante gestione della vicenda del vicino ponte di Torre d’Oglio). Ma la Regione anche stavolta farà la propria parte e ringrazio Aipo per aver mantenuto l’impegno di bandire la gara entro febbraio. Ovviamente ringrazio della collaborazione il sindaco di Viadana e la propria giunta che continuano a rapportarsi con l’unico ente che può risolvere il problema del territorio in maniera pragmatica e con lo spirito giusto. Adesso aspettiamo di vedere la partenza dei lavori che mi auguro possa avvenire quanto prima”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti