Ultim'ora
Un commento

"Parcheggio ospedale troppo
buio": pazienti e parenti
chiedono più sicurezza

Va però anche registrata, giusto nelle ultime ore, la rassicurazione arrivata proprio dai vertici cremonesi dell'Azienda Ospedaliera, circa un intervento di riqualificazione all'impianto luci, che risolverebbe di fatto una volta per tutte il problema.
Nella foto il parcheggio dell'ospedale in condizioni di buona luminosità: come si nota molti lampioni sono spenti perché guasti

VICOMOSCANO (CASALMAGGIORE) – Al centro della questione vi è l’ospedale Oglio Po. Ma questa volta non vi è nulla da eccepire né sul servizio sanitario offerta, né su eventuali rivoluzioni legate alla riforma sulla sanità. Qualche voce di protesta, inizialmente timida e ora più convinta dato che il problema sussiste da tempo, inizia piuttosto a levarsi da Casalmaggiore su ciò che sta attorno, strutturalmente parlando, all’ospedale Oglio Po. Quello che potrebbe apparire un grattacapo da poco, in realtà, ha spinto alcuni utenti, ossia pazienti dell’ospedale o parenti, a fare presente la difficoltà: in particolare anziani o donne hanno infatti evidenziato come la mancanza di illuminazione nelle ore serali nel grande parcheggio del nosocomio non dia garanzie in termini di sicurezza.

Dove c’è buio, secondo un assioma facilmente dimostrabile, è più difficile garantire controllo e, in ogni caso, la sensazione di disarmo, impotenza e magari timore, può aumentare. E nel periodo autunnale e invernale, in cui il tramonto arriva prima e dunque il buio giunge in anticipo, ecco che gli orari “sensibili”, specie per l’utenza cosiddetta debole, non sono pochi. Tutto parte da un impianto di illuminazione vecchio e un po’ superato, che andrebbe cioè ammodernato. In qualche caso, per pensare a una soluzione più economica, potrebbe bastare cambiare qualche lampadina, ma in generale servirebbe un intervento drastico e completo.

Ed è qui che sorgono i problemi, naturalmente di tipo economico: stando alle testimonianze raccolte, infatti, le segnalazioni sarebbero cadute per il momento nel vuoto, proprio a causa della scarsità di mezzi a disposizione, in particolare da parte dell’ospedale stesso e dell’Azienda Sanitaria, per questo particolare tema. Va però anche registrata, giusto nelle ultime ore, la rassicurazione arrivata proprio dai vertici cremonesi dell’Azienda Ospedaliera, circa un intervento di riqualificazione all’impianto luci, che risolverebbe di fatto una volta per tutte il problema.

E dire che i cittadini si erano pure organizzati. Alcuni di loro, magari come battuta, magari come provocazione (che però in questi casi ha sempre un fondo di verità), si sono fatti avanti per concretizzare una colletta che consentisse di finanziare le operazioni. Ora che le giornate si allungano, ossia in attesa del prossimo autunno, vi sarebbe anche più tempo per pensare a un intervento capace di risolvere una situazione che, pur non avendo portato sin qui alcun danno o pericolo, certo non rende tranquillo chi deve in qualche caso fare i conti col passaggio obbligato in quella zona così buia del parcheggio.

G.G. 

© Riproduzione riservata
Commenti