Cronaca
Commenta

Gussola saluta il dottor Adami: ha amato la vita stando vicino a chi soffriva

Don Umberto Leoni, che ha concelebrato la funzione col parroco don Ettore Conti e don Alfredo Assandri, ha ricordato la figura di Adami in modo sentito, con tanti ricordi personali. Ha ricordato di quando entrambi arrivarono a Gussola, uno da giovane parroco l’altro da giovane medico.

GUSSOLA – Lui che è sempre stato vicino ai malati, bel al di là di quanto imposto dal suo mestiere di medico, ha visto tanta gente radunarsi per dargli l’estremo saluto. Il dottor Eros Adami è stato un punto di riferimento per tanti casalaschi, soprattutto di Gussola e Torricella del Pizzo, i due luoghi in cui ha abitato dopo la giovinezza trascorsa a Cremona. E’ morto all’età di 81 anni venerdì mattina all’ospedale di Cremona, e lunedì pomeriggio in una chiesa parrocchiale di Gussola gremita si sono celebrati i funerali.

Don Umberto Leoni, che ha concelebrato la funzione col parroco don Ettore Conti e don Alfredo Assandri, ha ricordato la figura di Adami in modo sentito, con tanti ricordi personali. Ha ricordato di quando entrambi arrivarono a Gussola, uno da giovane parroco l’altro da giovane medico. «Ricordo ancora il nostro primo incontro – ha raccontato don Umberto – che avvenne in via Trento e Trieste. Lui era in sella alla sua bici con la cartella di medico sulla canna. Lì nacque la nostra lunga amicizia». Un’amicizia forte nonostante le tante differenze di posizioni: «Ci confrontavamo, ma senza mai alzare i toni, e quando ci salutavamo era sempre col sorriso sulle labbra». Don Umberto a tal proposito ha fatto un parallelo con quanto avviene a Gussola, dove le divisioni spesso sono aspre. Ha anche ricordato le tante volte in cui si recava dai malati, e la passione e la dedizione che ha sempre messo nel suo lavoro.

Al termine della cerimonia, prima che il corteo si recasse al cimitero del paese, Marina Cappelli Bozzetti ha letto una toccante poesia in dialetto sulla figura del medico scomparso, che piacque allo stesso e che i figli hanno voluto si leggesse in chiesa. Tra gli incarichi che ha ricoperto, solo nello sport vanno ricordati gli anni della presidenza della società di calcio Gussolese, e fu anche tra i fondatori del Motoclub intitolato ad Angelo Bergamonti. Il dottor Eros Adami ha amato molto la vita, dimostrando coi fatti a chi l’ha conosciuto che non si può amare intensamente l’esistenza senza stare vicino a chi soffre e ha bisogno.

V.R.

© Riproduzione riservata
Commenti