Sport
Commenta6

Viadana bike park ora è realtà: "Così rinasce una finestra sulla nostra città"

La festa di inaugurazione è stata molto partecipata. Cavatorta e Piccinini hanno appunto ringraziato il Viadana Bike Team e il Panathlon per l’idea molto apprezzata spiegando che “questo è un grande passo avanti nel percorso di restituzione di questi spazi alla comunità, che come amministrazione vogliamo fortemente”.

VIADANA – Una pista da 2.5 km all’interno del parco Baden-Powell in zona Arena, riqualificato, recuperato e potenzialmente ancora in grado di fornire ulteriori servizi e spazi per il tempo libero della cittadinanza. La pista, inaugurata domenica mattina attorno a mezzogiorno col taglio del nastro del sindaco di Viadana Giovanni Cavatorta, è riservata alla mountain bike, ma verrà utilizzata pure dagli atleti del Viadana Triathlon, sport che come noto prevede, nelle tre discipline, anche il ciclismo.

Si chiamerà Viadana bike park ed è una novità assoluta: non un recupero, dunque ma una struttura in più, costruita da zero, a servizio dei cittadini. Organizzato dal Panathlon club Casalmaggiore Viadana Oglio Po Parma, presente con il presidente Barbara Bodini, il momento conviviale ha portato alla consegna del premio Fair play 2017 al Team Viadana Bike (con Damiano Oliva), che più di tutti ha contributo a realizzare la pista. “Di fatto – conferma l’assessore allo Sport di Viadana Massimo Piccinini – è stato un lavoro portato avanti in modo volontario dai dirigenti e dai soci di questo club ciclistico, che ringraziamo. Il comune ha dato una mano liberando e ripulendo la zona Arena, nell’ottica della creazione di un unico circuito ampio all’aria aperta che, allo sport, associ anche spazi per chi vuole vivere il tempo libero senza doversene stare in casa. Peraltro, essendo l’Arena vicina al campo comunale di via al Porto, dove sarà riqualificata pure la pista di atletica attorno al campo da calcio, sarebbe bello creare una vera e propria zona polisportiva”.

L’Arena, del resto, col suo parco Baden-Powell, sono considerati come una finestra sulla città che, come tale, va recuperata dopo gli anni del degrado e dell’abbandono. La festa di inaugurazione è stata molto partecipata. Cavatorta e Piccinini hanno appunto ringraziato il Viadana Bike Team e il Panathlon per l’idea molto apprezzata spiegando che “questo è un grande passo avanti nel percorso di restituzione di questi spazi alla comunità, che come amministrazione vogliamo fortemente”. Piccinini, in particolare, oltre alle due società, ha ringraziato gli assessori e la giunta per avere sempre sostenuto questo progetto. Dalle 10 di mattina (ora in cui il circuito è stato aperto, due ore prima dell’inaugurazione) alle 17 circa di domenica sono stati parecchi i ciclisti che si sono allenati e divertiti, dandosi spesso il cambio. Molto positiva anche la presenza di diverse generazioni in pista: dai bambini agli adulti, che però hanno evidentemente sempre voglia di sport.

G.G. 

© Riproduzione riservata
Commenti