Commenta

Rivarolo Mn, giunta risponde:
"Minoranza attacca con falsità,
loro erano nani di Biancaneve"

"La minoranza - conclude lo scritto - non perde mai l'occasione di dimostrare quanto poco tenga al Comune di Rivarolo Mantovano, invece di collaborare, pur con lo spirito critico di chi sta all’opposizione, per il bene comune".

RIVAROLO MANTOVANO – Il gruppo consiliare di maggioranza fa quadrato attorno al Sindaco Massimiliano Galli per difendere il suo operato e quello della Giunta. “In riferimento al comunicato rilasciato a Oglio Po News da Milani, Favagrossa e Molteni – si legge nel comunicato di risposta – in merito al servizio di trasporto scolastico sono state riportate un sacco di idiozie, sparse a pioggia, sempre con l’obiettivo di mistificare la realtà. L’interruzione del servizio appaltato dall’1 marzo 2017 è dovuta alla mancata esibizione da parte del titolare della documentazione richiesta dalla normativa sugli appalti pubblici entro 30 giorni dalla sottoscrizione del contratto, più volte richiesta e mai consegnata. Parimenti, non è stata versata la caparra prevista a sensi di legge. A ciò si è aggiunto il comportamento assolutamente deprecabile da parte del titolare nei confronti degli utenti, delle loro famiglie e dell’amministrazione, a seguito del quale si è reso necessario l’intervento delle forze dell’ordine in più occasioni (il titolare è stato denunciato alla Procura della Repubblica per interruzione di pubblico servizio). Qualora il servizio fosse proseguito senza i documenti necessari, immaginiamo che la minoranza avrebbe fatto una interrogazione con contenuti esattamente opposti. Ed a ragione. Al contrario, viene stravolta completamente la lettura degli eventi, evitando di sottolineare, invece, la prontezza del Sindaco e della Giunta nel garantire la continuità del servizio in un contesto assai precario e causato da terzi”.

“Il gruppo di maggioranza – si legge inoltre – trova inoltre fuori luogo il riferimento alla presenza quotidiana del Sindaco in Comune. C’è bisogno di osservarlo ? Forse era meglio nelle amministrazioni precedenti, quando il Sindaco lo si trovava raramente (in costanza di liquidazione mensile delle dovute indennità)? E’ altresì pretestuoso il riferimento alla litigiosità del Sindaco, persona conosciuta come oggettivamente educata, prudente ed equilibrata. Forse, chiedere il rispetto delle regole, della trasparenza nelle attività; reagire di fronte a comportamenti arbitrari o ritenuti ingiusti, significa essere litigiosi ? In caso affermativo, la riteniamo una qualità”.

“Quanto alla “manina alzata” nelle sedute consiliari – prosegue lo scritto – che tanto fastidio dà alla minoranza, il gruppo consiliare di maggioranza ricorda che è la normale modalità di espressione della volontà di un gruppo coeso, a maggior ragione su scelte importanti. E’ sicuramente paradossale che la minoranza abbia da ridire anche su questa cosa, visto che, in questi tre anni, anche  Milani, Favagrossa e Molteni hanno sempre alzato la manina in modo sincronizzato (nel loro caso abbassato la manina, quando non si astengono). Mai uno che abbia votato in disaccordo con gli altri due. Addirittura, quando sono presi dal sacro fuoco dell’arte teatrale, escono in fila indiana dalla seduta consiliare come i nani di Biancaneve quando escono dalla miniera. Dobbiamo andare a recuperare le delibere delle amministrazioni 2004/2014 per dare evidenza che le allora maggioranze deliberavano all’unanimità? Dobbiamo prendere lezioni da questi signori?”

“La minoranza – conclude lo scritto – non perde mai l’occasione di dimostrare quanto poco tenga al Comune di Rivarolo Mantovano, invece di collaborare, pur con lo spirito critico di chi sta all’opposizione, per il bene comune. Speriamo che i cittadini di Rivarolo Mantovano e Cividale non abbiano dubbi su chi cerca il meglio per il proprio paese e chi preferisce fare l’incantatore di serpenti!”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti