Cronaca
Commenta

Rivarolo: scritte contro il sindaco Galli davanti alle scuole elementari

“Profondo rammarico per chi, non conoscendo la grammatica del vivere civile fondata sul confronto e sul dialogo, compie atti di questo tipo.” Così, a caldo, esprime la sua amarezza il sindaco di Rivarolo Mantovano, dopo aver saputo della frase scritta contro di lui probabilmente nella notte tra domenica e lunedi

RIVAROLO MANTOVANO – “Profondo rammarico  per chi, non conoscendo la grammatica del vivere civile fondata sul confronto e sul dialogo, compie atti di questo tipo.” Così, a caldo, esprime la sua amarezza il sindaco di Rivarolo Mantovano, dopo aver saputo della frase scritta contro di lui probabilmente nella notte tra domenica e lunedi . “A morte Galli” si legge su un masso di granito posto davanti alla recinzione della locale scuola elementare . Un clima davvero pesante quello che si sta instaurando in paese. A Rivarolo Mantovano non bastano più i volantini distribuiti in paese e nella frazione di Cividale e la raccolta di firme per disapprovare l’operato del Sindaco Massimiliano Galli. Ora si passa di colpo alle scritte anonime dal tono molto preoccupante vergate  davanti alla scuola elementare, all’incrocio tra via Piave e  via Manfredini. Una frase minacciosa, sibillina, senza mittente destinata al  primo cittadino da tempo al centro di contestazioni in paese per aver scelto di uscire dall’Unione dei Comuni Foedus. La scritta con grafia leggera sembra addirittura vergata a biro o con un pennarello dalla punta sottile. Niente vernice spray ne caratteri cubitali  come succede in occasioni simili , eppure salta all’occhio per il tono efferato. L’anonimo grafomane ha espresso  la sua esternazione su un piccolo spazio liscio al centro di un grosso masso di granito appoggiato sull’erba verde di fronte alla cancellata della Scuola elementare. Ed è questa particolare collocazione ad accrescere il disagio poichè tutti i bambini che si recano nell’Istituto avranno avuto modo di leggere la frase. E non è certo un bel modo per insegnare ai ragazzi  un linguaggio e tantomeno azioni,comportamenti propedeutici alla loro educazione. Rivarolo ha certamente dei problemi, come d’altra parte anche molti altri Comuni. Ci saranno delle questioni burocratiche,constestazioni,diverbi e contese economiche in sospeso. La minoranza fa la sua parte dentro e fuori i Consigli comunali per esprimere dissenso e contrarietà. Però nessuno poteva immaginare  che una mano arrivasse  a scrivere una frase del genere contro il sindaco. A questo punto si cercherà di indagare per capire chi possa aver fatto una cosa simile. Massimiliano Galli conclude il commento dicendo “ Sono atti contrari alle regole democratiche sulle quali è impostata la convivenza civile di un paese. Azioni anonime che che qualificano in sé e per sé chi le compie.”

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti