Commenta

Gli Amici del Cuore donano
nuove carrozzine (e non solo)
all'ospedale di Bozzolo

Scognamiglio ha promesso nuove donazioni con la prossima assegnazione di televisori, annunciando anche l’avvio di un corso di Tangoterapia in collaborazione con i medici Franca Cavalieri e Francesco Ferraro, direttore della Riabilitazione neumotoria.

BOZZOLO –  A volte ci sono delle iniziative che non possono passare sotto silenzio specialmente se partono dal cuore come quella che si è tenuta sabato all’interno dell’ospedale di Bozzolo. Gli “Amici del Cuore”, il cui nome è già un programma, si sono distinti per l’ennesima prova di generosità e altruismo facendo dono alla struttura di parecchio materiale per venire incontro alle esigenze dei pazienti. Con in testa il presidente Nicola Scognamiglio, un gruppo dell’associazione assieme alla Cooperativa Dugoni col presidente Giorgio Franzin si è presentato nei reparti per consegnare due carrozzine, quattro deambulatori e otto sostegni dorsali per le cure dei subacuti del reparto.

Si tratta di strumenti fondamentali per la prevenzione delle lesioni da decubito che arricchiscono in maniera sostanziale il materiale a disposizione dell’ospedale. A ricevere il materiale il direttore di Presidio  Fabio Pajola, il direttore della struttura Marco Ghirardini e la infermiera coordinatrice Elisabetta Zambarda, oltre ai medici Fabrizio Squeri e Samia Shams Eddin. Nell’esprimere soddisfazione e gratitudine per il gesto Pajola ha ricordato come Bozzolo si trovi al centro di attenzioni estremamente positive, culminate con la recente visita dell’assessore regionale Giulio Gallera, da cui è giunta la garanzia di ulteriori fondi in arrivo per il completamento del presidio e per l’avvio del Pot da inserire nella rete sociosanitaria regionale.

Scognamiglio ha promesso nuove donazioni con la prossima assegnazione di televisori, annunciando anche l’avvio di un corso di Tangoterapia in collaborazione con i medici Franca Cavalieri e Francesco Ferraro, direttore della Riabilitazione neumotoria. A breve vi saranno altre iniziative ludico sportive, come ad esempio il pranzo del 1° maggio da parte degli Amici del Cuore e Circolo Dugoni, per raccogliere fondi per continuare queste pregevoli iniziative.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti