Commenta

Zuffa al campo nomadi, un
53enne si scaglia contro
i carabinieri: arrestato

Nel parapiglia un militare ha riportato lievi lesioni giudicate guaribili in pochi giorni dai sanitari del Pronto soccorso mentre anche la vettura del Nucleo Radiomobile ha subito danni a causa di calci e pugni sferrati sulla carrozzeria
CASALMAGGIORE – La Compagnia dei Carabinieri di Casalmaggiore ha tratto in arresto un uomo per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Il fatto è avvenuto pochi giorni fa ma se ne è avuta conoscenza soltanto ieri sera. Una pattuglia di militari era stata chiamata in via del Porto, la strada che porta sull’argine del Po, per redimere una lite famigliare scoppiata all’interno del Campo nomadi. Tra gli innumerevoli compiti affidati agli uomini dell’Arma esiste anche quello delicato e non sempre facile di redimere questioni di gelosie, tradimenti e altre problematiche attinenti la sfera sentimentale. Non si sa quale causa avesse scatenato la zuffa al campo nomadi fatto sta che all’arrivo dei militari la baraonda si è ingigantita poichè un uomo, V.C. di 53 anni si è scatenato accogliendo i Carabinieri in malo modo, offendendoli e tentando di aggredirli. Nel parapiglia un militare ha riportato lievi lesioni giudicate guaribili in pochi giorni dai sanitari del Pronto soccorso mentre anche la vettura del Nucleo Radiomobile ha subito danni a causa di calci e pugni sferrati sulla carrozzeria dall’uomo che sembrava non riuscisse più a calmarsi. Alla fine le manette hanno posto fine al parapiglia grazie all’arresto effettuato sul posto anche per la serie di precedenti contestati al protagonista della movimentata serata.
Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti