Commenta

Il nervosismo sfocia in rissa
alla Viadana Facchini,
un dipendente resta ferito

l caos è scoppiato anche perchè si contestava l’utilizzo della sede di Facchini da parte di una cooperativa differente che li non aveva la sede. Il ferito è un impiegato della Facchini Demetrio Avanzi di 49 anni di Viadana

VIADANA – Quello che si temeva è accaduto. Dagli slogan urlati, dalle frasi gridate nei megafoni adesso si è passati alla violenza. Pomeriggio di fuoco sabato a Viadana presso la sede della Viadana Facchini. Nel mezzo dei tumulti, per sedare i quali sono stati chiamati anche i Carabinieri, il presidente della Facchini Ismail Marku si è preso un pugno in faccia mentre è andata in frantumi il finestrino di una macchina ferendo uno dei due occupanti. A scatenare le proteste una sessantina di ex soci della medesima cooperativa che adesso sono stati interpellati per passare ad un altra cooperativa la 3l. Si trattava di compilare un modulo attraverso il quale offrire la propria disponibilità al passaggio. Non si sa esattamente quale altro incomprensione sia nata, certamente il modo con cui è stata affrontata la delicata questione con la presa in carico di circa 200 lavoratori, in due momenti distinti, al posto dei 270 precedenti. Il caos è scoppiato anche perchè si contestava l’utilizzo della sede di Facchini da parte di una cooperativa differente che li non aveva la sede. Il ferito è un impiegato della Facchini Demetrio Avanzi di 49 anni di Viadana che stava in macchina, una Fiat Tipo assieme al milanese Davide Di Bella della Clio rimasto illeso.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti