Politica
I commenti sono chiusiCommenta

Ricorso al Tar di alcuni GAL: Marco Carra e Agostino Alloni del Pd replicano a Fava

E' evidente - dicono - che sulla base dell’esito dei primi tre ricorsi, potrebbe venir meno l’interesse degli altri quattro ricorrenti, soprattutto qualora, grazie anche al rifinanziamento della Misura 19, su cui l’assessore si è attivato solo dopo le azioni di sollecito avanzate dal nostro Gruppo, gli interessati entrassero tutti in posizione utile di graduatoria”.

MILANO _ Marco Carra e Agostino Alloni, consiglieri regionali del Pd, hanno risposto all’assessore regionale all’Agricoltura Fava a proposito dei ricorsi al Tar di alcuni Gal esclusi dalla graduatoria di Regione Lombardia sui finanziamenti per la Misura 19 del Piano di sviluppo rurale 2014-2020 ‘Sostegno allo sviluppo locale Leader – Gal’: “Intanto, va precisato che all’udienza del 17 maggio, su cui il Tar si è espresso e ha emesso dispositivo, sono stati discussi e trattenuti in decisione solo i tre ricorsi dei Gal esclusi e non tutti i ricorsi come sostiene Fava – precisano i due consiglieri Pd –. Gli altri quattro ricorsi contro la graduatoria sono invece stati rinviati al 25 ottobre prossimo, su richiesta dei difensori degli altri Gal”.

Carra e Alloni hanno fatto anche presente che “pare evidente che sulla base dell’esito dei primi tre ricorsi, potrebbe venir meno l’interesse degli altri quattro ricorrenti, soprattutto qualora, grazie anche al rifinanziamento della Misura 19, su cui l’assessore si è attivato solo dopo le azioni di sollecito avanzate dal nostro Gruppo, gli interessati entrassero tutti in posizione utile di graduatoria”.

“Anzi – hanno precisato i due esponenti del Pd  – è stato grazie a quella politica che non ha voluto cercare lo scontro con la Direzione generale, come dice l’assessore, ma che ha fortemente voluto che tutti i territori fossero finanziati come sempre avvenuto, che la Misura è stata rifinanziata e che i Gal in graduatoria potranno accedere tutti al finanziamento. Rimane il fatto che il bando iniziale è stato costruito in modo maldestro, come noi abbiamo sempre denunciato, causando l’esclusione e quindi la bocciatura dei progetti di tre aree montane importanti. Rimane la soddisfazione per il fatto che i Gal dei territori mantovano e cremonese sono stati tutti ammessi al finanziamento”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.