Commenta

San Rocco sul mensile
Bell'Italia grazie a studenti del
Romani: "Nostro è un appello"

Viene anche rimarcata l’idea di creare un teatro all’aperto proprio dalle rovine di San Rocco, ricordando in tal senso gli esempi nazionali delle Terme di Caracalla a Roma e dell’abbazia di San Galgano in Toscano. “Speriamo che istituzioni e privati - si conclude la lettera degli studenti - raccolgano il nostro appello.

CASALMAGGIORE – Si è meritato uno spazio nella pagina dedicata alle lettere su “Bell’Italia” di giugno, mensile dedicato al turismo edito da Cairo Editore e in vendita in edicola al prezzo di 4 euro. Parliamo del progetto degli studenti del Polo Romani di Casalmaggiore collegato alla possibilità di recupero della chiesetta diroccata fronte argine di San Rocco.

Gli stessi studenti, che hanno seguito il progetto “adottando” il monumento in questione e producendo così un video poi inserito all’interno dell’Atlante dei Monumenti Adottati promosso da Fondazione Napoli Novantanove, hanno infatti segnalato il lavoro svolto in una missiva, corredata anche da due fotografie, una panoramica su San Rocco (chiesa risalente al 1497) e un particolare degli angeli di stucco della chiesetta. La lettera è più che altro un appello, che riporta il lavoro svolto dagli studenti del corso CAT (ex Geometri), che hanno eseguito, come noto, rilievi arrivando a realizzare il modello 3D della chiesetta così come doveva essere al suo antico splendore, e dagli studenti del Liceo Classico, che hanno studiato architettura, affreschi e stucchi sopravvissuti. Viene anche rimarcata l’idea di creare un teatro all’aperto proprio dalle rovine di San Rocco, ricordando in tal senso gli esempi nazionali delle Terme di Caracalla a Roma e dell’abbazia di San Galgano in Toscana. “Speriamo che istituzioni e privati – si conclude la lettera degli studenti – raccolgano il nostro appello”.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti