Sport
Commenta

Il calcio a Torre non è finito del tutto: accordo possibile con la Martelli per i team Pulcini

Proprio con la Martelli è infatti da qualche mese iniziata una collaborazione grazie alla quale i giallorossi gestiscono una squadra di Pulcini, delle tre in totale allestite, composta quasi esclusivamente da ragazzi torrigiani. Da qui l’idea di chiedere alla Martelli di spostare i Pulcini al Comunale “Attilio Tassi”.

TORRE DE’ PICENARDI – L’ultimo gol del Torre Icio, per inciso, lo ha segnato su rigore Christian Soldi contro il TorrazzoMalagnino, nell’ultima gara di campionato di Seconda categoria girone J. Era il 2 maggio scorso. E l’ultimo gol del Torre era anche il titolo, emblematico, della serata di mercoledì organizzata in sala consiliare a Torre dè Picenardi e voluta dal sindaco Mario Bazzani e dall’assessore allo sport Edgardo Arcari. Una serata partecipata, come dimostrano le persone presenti, da cittadini e da sportivi, per salvare il patrimonio del calcio in paese, che per 97 anni, pur in forme e società diverse, passando dalla Figc così come dall’Uisp, ossia dal calcio amatoriale, ha consentito a diverse generazioni di crescere e divertirsi.

Due i punti essenziali: uno riguarda il passato e la tirata d’orecchie è arrivata dall’assessore Arcari alla dirigenza del fu Torre Icio. “Dei problemi si sapeva – ha detto Arcari – già da tempo, ma chi ha guidato il club ha ufficializzato la decisione di mollare solo a metà giugno. Se tale decisione fosse stata resa nota prima, magari a inizio maggio ossia al termine del campionato, avremmo potuto fare qualcosa”. Insomma, ora è tardi per salvare una Seconda, o al massimo Terza, categoria, dopo la salvezza acquisita lo scorso anno largamente sul campo. Anche perché tutti gli atleti sono stati lasciati liberi di accasarsi altrove.

L’altra notizia si rivolge invece al futuro ed è un’idea che potrebbe concretizzarsi nelle prossime due sere: Arcari incontrerà infatti giovedì i dirigenti della Martelli, storica società di Piadena e venerdì invece 5-6 volontari di Torre dè Picenardi, che potrebbero essere disposti a mandare avanti il calcio in paese. In che modo? Ripartendo dai più piccoli, ossia dalla categoria Pulcini. Proprio con la Martelli è infatti da qualche mese iniziata una collaborazione grazie alla quale i giallorossi gestiscono una squadra di Pulcini, delle tre in totale allestite, composta quasi esclusivamente da bimbi torrigiani. Da qui l’idea di chiedere alla Martelli di spostare le formazioni di Pulcini sul terreno del Comunale “Attilio Tassi”, perché l’impianto resti attivo e frequentato. E magari di chiamare una delle tre squadre proprio TorreIcio. In questo modo l’ultimo gol del club potrebbe anche aspettare…

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti